Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

MALESSERE GIOVANILE

Bigiano e rubano in un negozio di articoli sportivi, denunciati 4 minori

Fermati e identificati dopo la fuga nelle vie limitrofe. Refurtiva recuperata e restituita all’esercizio commerciale

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

15 Ottobre 2021 - 12:28

Rubano in un negozio di articoli sportivi, denunciati 4 minorenni

CREMA - Avrebbero dovuto essere a scuola, invece la mattina dello scorso 13 ottobre sono entrati in un negozio di articoli sportivi di Crema, sottraendo del materiale esposto per poi tentare la fuga senza pagare. I carabinieri della Stazione di Bagnolo Cremasco hanno così denunciato quattro minorenni, di età compresa tra i 15 e i 17 anni, per furto aggravato. I militari erano stati avvisati dalla Centrale Operativa mentre gli addetti alla sorveglianza del negozio stavano inseguendo lungo le strade della città i ragazzi che, scoperti una volta giunti alle casse del negozio, si erano dati alla fuga a piedi. I responsabili della sicurezza del negozio hanno visto entrare i 4 giovani e li avevano monitorati con le telecamere interne, verificando che avevano iniziato il loro giro tra gli scaffali e che uno di loro aveva preso un pantaloncino e lo aveva nascosto sotto i suoi pantaloni mentre un altro si era impossessato di un paio di calze che aveva nascosto nel suo zaino. Entrambi avevano rotto le placche antitaccheggio dei capi di abbigliamento facendosi scudo con il corpo degli amici che si erano messi in cerchio per impedire che fossero visti nell’atto di compiere il reato. Quando i quattro giungevano presso le casse venivano quindi invitati a fermarsi per un controllo, ma i giovani, capendo di essere stati scoperti, si davano alla fuga uscendo di corsa dal negozio. Gli addetti alla vigilanza li inseguivano per le vie limitrofe e chiedevano l’intervento delle forze dell’ordine.

FERMATI E IDENTIFICATI

Poco dopo giungeva la pattuglia di Bagnolo Cremasco che fermava i quattro ragazzi in una via non distante. A quel punto i giovani venivano identificati e ammettevano il furto, restituendo la merce rubata. Dalla visione delle telecamere di sicurezza che avevano ripreso le scene, i militari accertavano il furto degli indumenti e notavano che le placche antitaccheggio rotte erano state da loro nascoste, prima di arrivare alla cassa, all’interno del cappuccio di una felpa esposta per la vendita, per evitare che entrassero in funzione le barriere antifurto. La refurtiva veniva interamente recuperata e restituita all’esercizio commerciale mentre i quattro sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria minorile di Brescia per furto aggravato e riaffidati ai genitori che sono stati avvisati del fatto e convocati in caserma.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400