Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

SICUREZZA

Ambiente, il Comune di Sergnano arruola i Rangers green

Convenzione con l’associazione per garantire la sorveglianza delle aree verdi, anche con fototrappole

Stefano Sagrestano

Email:

stefano.sagrestano@gmail.com

08 Ottobre 2021 - 06:00

Ambiente, il Comune di Sergnano arruola i Rangers green

SERGNANO - Contro gli illeciti ambientali arrivano i Rangers. Il Comune si affida all’omonima associazione italiana, operativa

I Rangers sono autorizzati a multare chi dovesse essere pizzicato ad abbandonare immondizia, ma anche a commettere altri illeciti ambientali. Un giro di vite voluto dal Comune, che rafforza così la presenza sul territorio in funzione deterrente

in tutto il Paese e con diversi volontari in Lombardia, molto attivi soprattutto tra il territorio bresciano e quello bergamasco. La convenzione è stata firmata nei giorni scorsi dal sindaco Angelo Scarpelli e dai responsabili del gruppo. I Rangers sono autorizzati a multare chi dovesse essere pizzicato ad abbandonare immondizia, ma anche a commettere altri illeciti ambientali. Un giro di vite voluto dal Comune, che rafforza così la presenza sul territorio in funzione deterrente. «Con questo provvedimento — spiega il sindaco — come amministrazione comunale ci avvaliamo della collaborazione dei Rangers d’Italia per attuare una programmata e compiuta tutela ecologico-ambientale del territorio. In modo particolare, alle guardie volontarie debitamente autorizzate e riconoscibili, viene affidata l’attività di vigilanza e controllo nelle materie di competenza. Mi riferisco alla tutela del verde comunale e dei parchi pubblici, nonché a verificare il rispetto dei regolamenti e delle ordinanze comunali in collaborazione con la Polizia locale. I Rangers potranno emettere contravvenzioni in materia ambientale, ad esempio rifiuti abbandonati, sversamenti di materiale inquinante in corsi d’acqua e altro ancora». Oltre alla presenza dei volontari, l’associazione garantisce al Comune anche l’utilizzo di strumenti tecnologici. «Hanno a disposizione foto-trappole e altri dispositivi di rilevazione», conclude il sindaco. I Rangers arriveranno in paese a breve, per concordare gli interventi operativi. Determinate operazioni non saranno ovviamente rese pubbliche, proprio per evitare di mettere in guardia. Una presenza costante, ma anche molto discreta, in stretta collaborazione con le forze dell’ordine. Ci sarà poi spazio anche per interventi di tipo educativo, in contatto con le scuole, per favorire la consapevolezza dell’importanza della salvaguardia ambientale anche tra i più giovani, in modo che i bambini possano portare nelle case il messaggio legato al rispetto della natura.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400