Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

RETE TERRITORIALE DEI SERVIZI 4.0

Cremona punta sui giovani, al Comune finanziamento da 170 mila euro

L’Informagiovani sarà capofila del sistema regionale per l'orientamento

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

04 Ottobre 2021 - 15:35

Cremona punta sui giovani, al Comune finanziamento da 170 mila euro

CREMONA - Cremona, IG 4.0. Informagiovani in rete per nuovi servizi e rinnovate politiche per e con i Giovani. Così è denominato il progetto presentato in qualità di capofila dal Comune di Comune di Cremona, attraverso l'Informagiovani, finanziato nell'ambito del bando La Lombardia è dei Giovani 2021, promosso da Regione Lombardia in collaborazione con ANCI Lombardia.

Oltre a questo il Comune di Cremona, sempre attraverso il Servizio Informagiovani, è tra i partner di altri 10 progetti finanziati presentati da Lecco, Bergamo, Biassono, Azienda Sociale Sud Est Milano, Azienda territoriale per i servizi alla persona della provincia di Como, Valtellina di Morbegno, Azienda Speciale Consortile Servizi Intercomunali della Provincia di Lodi, Monza, Clusone, Consorzio Servizi Val Cavallina. Il finanziamento totale è di circa 170 mila euro.

“Si tratta di un risultato davvero importante – commenta Maura Ruggeri, Assessore all'Istruzione e alle Risorse Umane – perché l'Informagiovani del Comune di Cremona, riconosciuto quale servizio di eccellenza e buona pratica a livello regionale, diventerà capofila della rete regionale per l'orientamento, una rete che si andrà ampliando sempre più grazie all'adesione di altri Informagiovani dei Comuni della Lombardia con i quali si lavorerà in co-progettazione per creare un sistema regionale all'interno del quale verranno proposti percorsi altamente professionalizzanti per gli operatori impegnati in attività di orientamento scuola-lavoro”.

ruggeri

Maura Ruggeri

Ancora una volta siamo riusciti a centrare l'obiettivo che ci ripaga del lavoro intenso e convinto di questi anni. Fare rete significa condividere, mettere a valore e lavorare insieme per superare la frammentarietà e riallineare le competenze puntando a servizi di eccellenza. L'orientamento è un tema che non può essere considerato accessorio e residuale e che deve vedere il coinvolgimento non solo degli esperti ma di tutta la comunità educante. Ed è quello che Cremona con l’Informagiovani ha voluto esprimere in questi anni e in questo progetto. Non nascondo l'emozione e la soddisfazione di poter guidare e lavorare con una squadra così affiata: forse non è un caso che siamo tutte donne”, dichiara a sua volta Maria Carmen Russo, responsabile del Servizio Informagiovani.

Russo

Maria Carmen Russo

Il bando La Lombardia è dei Giovani 2021 è stato promosso con la principale finalità di realizzare una rete territoriale di servizi rivolti ai giovani nella fascia di età compresa tra i 15 e i 34 anni per razionalizzare e ottimizzare le risorse disponibili, superando la frammentarietà degli interventi e delle risorse e promuovere una ricomposizione dell’offerta dei servizi, orientando gli interventi sui bisogni reali e personalizzando la risposta sulle esigenze specifiche delle persone. La rete degli sportelli Informagiovani viene identificata nel bando come il canale preferenziale, capace di favorire la connessione e la logica di sistema e di rete.

Più nel dettaglio, IG 4.0. Informagiovani in rete per nuovi servizi e rinnovate politiche per e con i Giovani, il progetto che ha come capofila il Comune di Cremona, vede come partner il Comune di Viadana, il Liceo Scientifico Statale “Gaspare Aselli”, Abstract Srl, Jobiri e l'Associazione Giovanile Kairos a.d.v.

Numerosi sono gli stakeholder che sostengono il progetto: l'Azienda Sociale Cremonese in raccordo con i 48 Comuni del territorio cremonese; l'Associazione Industriali della Provincia di Cremona, CNA Cremona, REI – Reindustria Innovazione, Confcooperative Cremona; i Comuni di Novate Milanese, Brescia, Varese e la Città Metropolitana di Milano già partner ed in continuità con il progetto La Lombardia è dei Giovani 2020; il Comune di Vimercate, la Provincia di Varese e l'Associazione Le Torri di Pavia, interessati a sostenere la progettualità in rappresentanza dei giovani dei rispettivi territori.

L'obiettivo principale è supportare, qualificare e valorizzare una rete di servizi specialistici per l’orientamento, con particolare attenzione al tema lavoro, attivando un sistema in grado di superare la frammentarietà e l'isolamento dei servizi e promuovendo un vero e proprio cambiamento nell’approccio delle politiche giovanili, da leggere ed agire come politiche con e per i giovani. Risulta pertanto strategica una lettura integrata e partecipata del bisogno per progettare risposte che vedano i giovani protagonisti attivi e consapevoli del loro percorso.

Come sopra riportato, i destinatari per i quali sono state pensate le nove azioni che compongono il progetto sono in primo luogo i proprio i giovani tra i 15 e i 34 anni residenti nei tre ambiti del territorio (Cremonese, Cremasco e Oglio Po), con particolare attenzione alle fasce fragili, ma anche alle famiglie, alle scuole, alle università e agli enti di formazione professionale, alle aziende e alle realtà del mondo del lavoro, al Terzo Settore, agli operatori di settore e specialisti dell'orientamento e del sociale, ai Comuni, ai partner progettuali, agli stakeholder e ad altre realtà o soggetti interessati.

Le nove azioni progettuali si possono suddividere tra azioni “di sistema” ed azioni rivolte direttamente ai giovani, sempre pensate nell'ottica di favorire la loro partecipazione attiva. I progetti si concluderanno entro il 31 ottobre 2022.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400