Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

RIVOLTA D'ADDA

Il sostegno di Rolfi a Sgroi: "Regione al fianco degli agricoltori"

L'assessore regionale alla cena elettorale: "La nostra proposta è la centralità delle filiere zootecniche"

Gianluca Maestri

Email:

redazione@laprovinciacr.it

28 Settembre 2021 - 23:08

Il sostegno di Rolfi a Sgroi: "Regione al fianco degli agricoltori"

RIVOLTA D'ADDA - La Regione sarà sempre al fianco degli agricoltori. Non con la bacchetta magica, che nessuno possiede, ma creando le condizioni affinché il comparto zootecnico possa da una parte essere sempre più performante e dall’altra reggere il confronto con le altre parti del mondo agricolo al tavolo delle trattative. Questo il messaggio scaturito dalla cena elettorale organizzata presso l’agriturismo «Le Monache» dalla lista «Rivolta Dinamica» del candidato sindaco Giovanni Sgroi che ha avuto in Fabio Rolfi, assessore regionale leghista all’Agricoltura, alimentazione e sistemi verdi, l’ospite d’onore. Intervenendo ad inizio serata, dopo un’introduzione dello stesso Sgroi («Il Comune può fare molto su quei passaggi burocratici che rendano più semplice la vostra azione») e dopo l’intervento dei due candidati consiglieri di riferimento della lista per il mondo agricolo Maurizio Roldi e Carlo Sottocorno, l’esponente della giunta regionale ha esordito dando il proprio endorsement, per dirla all’americana, al candidato di Rivolta Dinamica nel momento in cui ha sottolineato come il sindaco di un Comune possa «alimentare l’agrofobia» oppure, come Sgroi, «essere dalla parte degli operatori del settore agricolo».

Rolfi ha poi focalizzato il suo intervento sul ruolo di Regione Lombardia alla luce della miriade di questioni che l’agricoltura dovrà affrontare prossimamente. «Soldini ce ne sono – ha detto - e noi abbiamo scelto di spenderli in parte scorrendo le graduatorie del 4.1 (investimenti in azienda) in parte dirottandoli sui bandi in uscita. Quello che andremo a scrivere e fare nei prossimi mesi sarà di fondamentale importanza. La proposta di Regione Lombardia è la centralità delle filiere zootecniche perché oggigiorno è doveroso che il comparto sia accompagnato ad essere sempre più sostenibile e sempre più performante. Questo è il nostro obiettivo, da conseguire anche tramite l’attenzione alle associazioni di categoria. Incentivare l’innovazione e la trasformazione sarà fondamentale e noi vogliamo farlo». 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400