Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CORONAVIRUS: LE VACCINAZIONI

Terza dose, prime inoculazioni agli hub di Castelverde e Crema

Sapiens, all'apertura 40 trapiantati hanno ricevuto «l’aggiuntiva». E nel polo dell’ex tribunale proseguono anche i richiami

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

21 Settembre 2021 - 10:04

Terza dose, prime inoculazioni agli hub di Castelverde e Crema

CASTELVERDE/CREMA - Da ieri anche l’hub di Castelverde è partito regolarmente con l’inoculazione delle terze dosi, o

Il sistema di prenotazione e registrazione sarà sempre gestito da Poste, come è stato fino a questo momento, tramite un’ agenda dedicata

meglio con le dosi cosiddette ‘aggiuntive’ per gli aventi diritto. Si è iniziato con i trapiantati renali. Una quarantina quelli a cui è stata inoculata la terza dose nella giornata di ieri. Da oggi è a disposizione uno slot da 200 altre dosi per tutte le altre categorie a rischio che si prenoteranno sul portale di Poste. Mentre per i dializzati, la vaccinazione aggiuntiva avverrà in ospedale e saranno chiamati direttamente dalla struttura ospedaliera. Il sistema di prenotazione e registrazione sarà sempre gestito da Poste, come è stato fino a questo momento, tramite un’ agenda dedicata. Il portale di Poste è programmato per riconoscere attraverso il codice fiscale, tutti quelli che rientrano nelle categorie a cui va inoculata la terza dose, in particolare sono incluse le seguenti condizioni: trapianto di organo solido in terapia immunosoppressiva, trapianto di cellule staminali ematopoietiche, attesa di trapianto d’organo, terapie a base di cellule T esprimenti un Recettore Chimerico Antigenico (cellule Cart), patologia oncologica o onco-ematologica in trattamento con farmaci immunosoppressivi, mielosoppressivi o a meno di 6 mesi dalla sospensione delle cure. Ancora, immunodeficienze primitive, immunodeficienze secondarie a trattamento farmacologico, dialisi e insufficienza renale cronica grave pregressa splenectomia, sindrome da immunodeficienza acquisita.

HUB CREMA

Sono 15 gli immunodepressi in cura all’Azienda socio sanitaria territoriale di Crema che, tra oggi e domani, riceveranno la

Sono circa 300 i pazienti interessati. Si tratta di dializzati, persone che si stanno sottoponendo a cicli chemioterapici e trapiantati. La maggior parte di loro, proprio per le fragili condizioni di salute, era stata immunizzata in pieno inverno

terza dose del vaccino. Ha dunque preso il via anche nel distretto cremasco la campagna voluta da Regione e governo. L’ospedale stesso già nei giorni scorsi aveva contattato questi soggetti fragili per definire le loro modalità di accesso al centro massivo vaccinale dell’ex tribunale. Sono circa 300 i pazienti interessati. Si tratta di dializzati, persone che si stanno sottoponendo a cicli chemioterapici e trapiantati. La maggior parte di loro, proprio per le fragili condizioni di salute, era stata immunizzate in pieno inverno. Per scelta governativa, i vaccini erano stati destinati a questa categoria appena dopo il personale sanitario e insieme agli anziani ospiti delle case di riposo. Trascorsi sette-otto mesi è il momento di un ulteriore richiamo. Il numero molto esiguo di queste vaccinazioni non comporta problemi logistici per il lavoro nell’ex tribunale: al momento, e per tutta la settimana iniziata ieri, sono circa 600 le dosi giornaliere programmate dall’Azienda socio sanitaria territoriale. Si prosegue con le prime, e si completano i cicli per chi riceve il richiamo, soprattutto studenti. Da registrare un incremento di adulti: è l’effetto dell’obbligatorietà del Green pass anche sui luoghi di lavoro privati, decisa nei giorni scorsi dal governo. Al momento non sono previsti open day senza prenotazione per chi ha deciso solo negli ultimi giorni di aderire alla campagna.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400