Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

LA CERIMONIA

Offanengo, lo stadio comunale intitolato a Mario Buzzella

I figli dell'industriale, Francesco e Beatrice, hanno scoperto la scritta che campeggia all’ingresso del centro sportivo e hanno tagliato il nastro inaugurale

Email:

redazione@laprovinciacr.it

13 Settembre 2021 - 06:25

Offanengo, lo stadio comunale intitolato a  Mario Buzzella

OFFANENGO - Studio, sport e giovani al centro di una due giorni che la comunità di Offanengo può giustamente definire memorabili.

Sabato le scuole e ieri gli impianti sportivi: il primo giorno è stato tagliato il nastro di elementari e materna, rimesse a nuovo e in sicurezza con quasi tre milioni di euro.

Ieri, però, la cerimonia si è spostata al centro sportivo San Giovanni Paolo II per inaugurare i nuovi impianti realizzati durante la pandemia: un campo di calcio in erba sintetica, due spogliatoi per il calcio e altrettanti per la pallavolo, per una spesa complessiva di oltre 800 mila euro.

L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Gianni Rossoni è intervenuta in modo deciso per migliorare la dotazione di strutture per rispondere alla domanda di sport da parte dei ragazzi. L’Unione Sportiva presieduta da Daniele Poletti infatti ha prospettato al Comune la necessità di un campo (soprattutto) per le squadre giovanili e di nuovi spogliatoi per fare fronte alle limitazioni imposte dalle norme anti-covid.

La giunta Rossoni ha raccolto la sollecitazione e, utilizzando le risorse messe a disposizione dalla Regione, ha disposto il progetto e la realizzazione degli impianti che, ieri, sono stati inaugurati, davanti a tanti sportivi, agli atleti delle squadre del settore di base della società giallorossa, a rappresentati di numerosi enti e associazioni e alle forze dell’ordine.

Un momento doppiamente celebrativo, quello di ieri pomeriggio, poiché gli amministratori offanenghesi hanno colto l’occasione per intitolare lo stadio al dottor Mario Buzzella, co-fondatore della ditta Coim, importante azienda benefattrice di tante realtà del paese, dall’oratorio al PalaCoim, solo per citarne due.

stadio comunale

I figli di Mario — l’imprenditore scomparso nel 2019 e già ai vertici dell’Associazione provinciale degli industriali — Francesco e Beatrice Buzzella hanno molto apprezzato la decisione del Comune di ricordare il genitore con l’intitolazione dello stadio. Proprio loro hanno scoperto la scritta che campeggia all’ingresso del centro sportivo ed hanno tagliato il nastro inaugurale, mentre il sindaco ha ricordato la figura dell’industriale nel corso della cerimonia. Evento al quale hanno preso parte molte autorità, dal presidente della Provincia di Cremona Mirko Signoroni, al parlamentare europeo Massimiliano Salini, dal vice presidente vicario regionale della Figc Sergio Pedrazzini, al delegato del Coni Fabiano Gerevini, al rappresentante della ditta Italgreen che ha fatto il campo sintetico Fabio Finazzi. Folta la presenza alla manifestazione di sindaci del territorio, insieme alla banda musicale diretta da Andrea Maggioni e ai sacerdoti della parrocchia, don Gian Battista Strada e don Nicholas Sangiovanni che hanno impartito la benedizione.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400