Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CORONAVIRUS. I VACCINI

Terza dose, l'Asst di Cremona: «Noi siamo già pronti per ripartire»

L’analisi di Antonella Laiolo, responsabile dell’Unità Operativa Vaccinazioni

Lucilla Granata

Email:

redazione@laprovinciacr.it

13 Settembre 2021 - 06:30

Terza dose, l'Asst di Cremona: «Noi siamo già pronti per ripartire»

CREMONA - Si è chiusa una fase o sarebbe meglio definirla quasi un’epoca, quella dell’hub in fiera e ora se ne apre una nuova. Da domani infatti, si svelerà il nuovo volto del centro vaccinale cittadino, realizzato all’interno dell’azienda Sapiens. 

Dall’inizio della campagna vaccinale abbiamo garantito il massimo servizio possibile

«Dall’inizio della campagna vaccinale abbiamo garantito il massimo servizio possibile — ha detto Antonella Laiolo , responsabile dell’Unità Operativa Vaccinazioni dell’Asst di Cremona — e grazie alla Fiera che ci ha messo a disposizione un hub di dimensioni ragguardevoli ed estremamente funzionale, abbiamo raggiunto una quota che corrisponde circa all’87% dei vaccinati tra i cremonesi over 12. Un risultato ottimo, per non dire eccezionale, che promuove Cremona tra le città più virtuose d’Italia da questo punto di vista e che testimonia la bontà del lavoro svolto. Non solo. Anche il grande senso di responsabilità dei cremonesi, che hanno risposto in massa all’appello ad immunizzarsi, favorendo così anche la ripartenza della città. Il frutto di questo impegno collettivo, di sanitari e cittadinanza, è uno dei motivi per cui è venuto il momento di traslocare. Primo perché non necessitiamo più di spazi enormi. La fase della vaccinazione di massa è terminata. Secondo perché il numero di vaccinazioni fatte, ha contribuito al ritorno alla normalità e per cui anche alle normali attività della Fiera. Che tornerà ad utilizzare questi spazi per le attività fieristiche. Possiamo essere orgogliosi anche di questo, ringraziando per tutto quello che è stato fatto per noi nel momento in cui ce ne era più bisogno. Attenzione però. Non siamo ai titoli di coda, resta molto lavoro da fare. Il bilancio di questi primi sei mesi è certamente positivo, ma ora bisogna andare avanti. E lo faremo nella nuova sede messaci gentilmente a disposizione da Sapiens. Quella in Fiera è stata un’esperienza impegnativa, ma appagante. Andiamo avanti in una dimensione ridotta perché il grosso del lavoro è stato fatto. Ora si tratterà di proseguire e speriamo, perché no, di completare l’opera nella nuova sede, che auspicabilmente ci accompagnerà all’atto conclusivo di questa campagna»

Nella nuova sede messa a disposizione da Sapiens, si proseguirà con la somministrazione delle seconde dosi, con quella delle prime ai più giovani e a chi ha fatto il Covid ed è guarito, ma vedrà anche con tutta probabilità, l’inizio della somministrazione delle terze dosi. Nei primissimi giorni di questa settimana verrà pubblicata la circolare con le specifiche delle persone con fragilità immunitaria da cui si partirà con la somministrazione della terza dose, come pazienti oncologici e trapiantati. Stando a quanto detto dal ministro della Salute, Roberto Speranza, si potrebbe addirittura partire già nell’ultima decade di settembre.

E Cremona? È pronta per la terza dose?

«Fino a questo momento non abbiamo ricevuto indicazioni precise in merito», conclude Laiolo. «Ma aspettiamo appunto che questa circolare del Ministero arrivi dandoci tutte le indicazioni e le specifiche del caso. Quello che è certo è che noi saremo pronti e preparati qualora arrivasse il via libera, anche per quella. Come indicato dal Ministero, si partirà con le persone fragili e immunodepresse. Poi il giro riprenderà dai sanitari. I primi ad essere stati vaccinati».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400