Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

RIENTRO A SCUOLA

Chieve, Piedibus a rischio: il Comune cerca volontari

Appello anche per reclutare persone che si occuperanno del trasporto sociale

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

11 Settembre 2021 - 06:05

Chieve, Piedibus a rischio: il Comune cerca volontari

CHIEVE - Il Comune e il gruppo dei Volontari civici ricercano accompagnatori per il servizio Piedibus e per il trasporto sociale. L’impegno che verrà fornito sarà in base alle disponibilità di chi vorrà mettersi a disposizione, per assicurare un servizio utile e prezioso per i bambini del paese e per la comunità. Per maggiori informazioni e per presentare la propria adesione occorre rivolgersi agli uffici comunali.​

Il servizio Piedibus è molto importante proprio ora che le lezioni scolastiche stanno per riprendere. In sostanza, consiste nel compiere un determinato tragitto a piedi lungo il quale raccogliere gli alunni e condurli in sicurezza fino a scuola. Una sorta di percorso con fermate, come se si trattasse di un autobus, nel quale i volontari faranno da guida ai bambini. Un servizio utile alle famiglie, in particolare per quelle nelle quali entrambi i genitori lavorano.

E, in aggiunta, un modo ecologico di muoversi in paese, rispettando l’ambiente. Nelle scorse settimane, i Volontari civici hanno presentato la loro relazione, discussa nel consiglio comunale, dell'attività svolta nel primo semestre di quest'anno. Rispetto agli ultimi mesi del 2020, da gennaio a fine giugno c'è stato un progressivo intensificarsi delle richieste di trasporto pervenute in Comune.

Oltre ai consueti servizi di accompagnamento giornaliero di due persone al Centro socio-educativo, si sono infatti registrate numerose richieste di trasporto legate sia alla somministrazione del vaccino anti-Covid, sia alla ripresa delle visite mediche e dell'attività di screening presso le strutture sanitarie del territorio. E per una di queste e stata anche utilizzata, per la prima volta, la pedana per il carico delle carrozzine montata sul Fiat Doblo.

Inoltre nei mesi di febbraio, marzo e aprile si e aggiunta una richiesta di trasporto per tre giorni alla settimana presso una struttura dedicata al recupero di persone con disabilita. «Attualmente – spiega il sindaco Davide Bettinelli – i volontari che prestano attivamente e gratuitamente il loro servizio per il trasporto sociale sono 14, ma la prospettiva è quella che altri vadano ad aggiungersi nei prossimi mesi».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400