Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Aggredito e rapinato in casa, s'indaga

L'aggressione è avvenuta la scorsa notte: si è beccato un colpo secco in piena faccia sferrato con il calcio di una una pistola scacciacani

Francesca Morandi

Email:

fmorandi@laprovinciacr.it

10 Settembre 2021 - 18:26

Aggredito e rapinato in casa, s'indaga

CREMONA - Nel cuore della notte ha aperto la porta a due uomini. Uno gli si è lanciato addosso, l’altro è corso in camera da letto e gli ha portato via soldi in contanti. Ci ha provato a fermarli, è stato aggredito: si è beccato un colpo secco in piena faccia sferrato con il calcio di una una pistola scacciacani. Il colpo gli ha fatto saltare due denti e lo ha tramortito. La vittima, uno straniero, è sotto osservazione in ospedale, ma non è grave.

La rapina è andata in scena l’altra notte, intorno alle quattro, in un appartamento in via del Giordano dove è intervenuta la Squadra Volante. Sul posto anche gli investigatori della Squadra Mobile che stanno indagando.

Punto di partenza, la ricostruzione, ancora nebulosa, dell’aggredito. Nebulosa, perché l’uomo ha detto di non conoscere quei due tizi che in piena notte ha fatto entrare in casa. Secondo la sua versione, pare che uno sia italiano, l’altro un extracomunitario.
Perché lo abbiano aggredito e gli abbiano rubato il denaro (la vittima avrebbe parlato di parecchio denaro, ma non lo ha quantificato) non si sa ancora. Forse il movente della rapina è un debito. Forse c’è di mezzo la droga. É una ipotesi investigativa. O il rapinato doveva dei soldi ai suoi rapinatori oppure lui, uno che potrebbe spacciare roba in casa, la droga gliel’ha venduta, ma i rapinatori non volevano pagargliela. Ipotesi, per ora. Nell’appartamento, chi indaga ha trovato la pistola a salve. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400