Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

ALL'HUB DI CREMONA

No vax, il vescovo Napolioni: «Quei 'no' pesano, ma non giudichiamo»

Alla messa dedicata a volontari e operatori sanitari. Canino (Asst): "Qui resta un pezzo di noi"

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

09 Settembre 2021 - 19:18

No vax, il vescovo Napolioni: «Quei 'no' pesano, ma non giudichiamo»

CREMONA - "Non giudichiamo prima di capire, ma quei NO pesano”: lo ha detto il vescovo, monsignor Antonio Napolioni, riferendosi ai no vax durante l'omelia pronunciata all'hub di CremonaFiere in occasione della messa di ringraziamento dedicata a tutti i volontari e gli operatori sanitari che in questi mesi di grande emergenza si sono adoperati per la comunità cremonese. "Questa è la rivoluzione dei gilet gialli di cui abbiamo bisogno, è la vittoria del bene", ha aggiunto Napolioni rivolgendosi alla platea traboccante di volontari. 

Alla celebrazione è intervenuto, tra gli altri, anche il direttore sanitario dell'Asst di Cremona, Rosario Canino: "In questo luogo rimarrà un pezzo della vita professionale di tutti - ha detto -. Un particolare grazie alla dottoressa Antonella Laiolo che ha dedicato tempo, professionalità e passione affinché tutto andasse bene. La chiusura dell’Hub vaccinale di CremonaFiere e l’apertura del nuovo Hub Sapiens a Castelverde rappresentano due momenti storici di estrema importanza, sia per la città di Cremona che per il suo territorio. Una sorta di passaggio del testimone fra la prima fase della campagna vaccinale e quella attuale. Dall’8 marzo sino ad oggi le persone vaccinate nei centri dell’Asst di Cremona sono state oltre 164.000, una dimensione epocale che ha coinvolto le istituzioni, le forze dell’ordine, gli operatori sanitari, il personale tecnico e amministrativo, moltissimi volontari". E poi: "Grazie al presidente di CremonaFiere, Roberto Biloni, e al direttore, Massimo De Bellis, per l’aiuto che ci hanno dato. Grazie ad Uniti per Cremona per il sostegno. Grazie a tutti i presenti, perché ciascuno ha offerto un contributo essenziale: nella nostra provincia più dell’86% della popolazione è vaccinata. Un risultato che racconta il grande lavoro fatto".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400