Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

EMERGENZA AFGHANISTAN

Da Herat a Cremona: lampi di speranza negli occhi di Amad e nipotini

Il 24enne è tra gli 11 profughi arrivati nella notte: ha trascorso gli ultimi cinque anni nella caserma di militari italiani

Bibiana Sudati

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

04 Settembre 2021 - 17:46

Da Herat a Cremona: lampi di speranza negli occhi di Amad e nipotini

CREMONA - Da Herat a Kabul e da Kabul a Cremona passando per Milano: è il lungo viaggio verso la salvezza compiuto da Amad Faisad e dalla sua famiglia con tre nipotini, figli del fratello, che hanno 12, 8 e 3 anni. Ed è proprio dagli occhi e dai sorrisi di questi tre bambini, dietro i cancelli di Cascina Moreni diventata da venerdì sera il loro approdo, che si legge la speranza. E la voglia di riprendersi il futuro. Amad è tra gli 11 profughi arrivati a Cremona. Ha 24 anni, gli ultimi cinque li ha trascorsi lavorando nella caserma di militari italiani, come addetto alle pulizie. È con loro che ha imparato l’italiano e a conoscere l’Italia che oggi lo ospita. "È bellissima - dice sorridendo con lo sguardo - e anche il cuore degli italiani lo è".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400