Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

VERSO IL TEDXCREMONA

Il futuro in dieci storie. E ogni cosa è connessa

Sei donne e quattro uomini simbolo di ripartenza: le idee e le esperienze condivise

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

02 Settembre 2021 - 09:24

Il futuro in dieci storie. E ogni cosa è connessa

Andrea Mattioli e Andrea Cigni sul palco del teatro Ponchielli

CREMONA - È ora di fare i nomi. La prima edizione di TEDxCremona «Ogni cosa è connessa», che si svolgerà sabato 11 settembre dalle 17 alle 20 al Teatro Ponchielli, vedrà protagonisti dieci speaker d’eccezione. Sono donne e uomini con una storia da raccontare e il desiderio di condividere idee ed esperienze uniche. Ascoltarli insieme, all’interno di un evento dal vivo, rappresenta un’occasione imperdibile per creare nuove connessioni di pensiero e conoscenza attraverso parole e immagini. In pochi minuti, in media dodici, ogni speaker racconterà una storia capace di arrivare al pubblico e suscitare curiosità, sorpresa, emozione. Si parlerà di intelligenza artificiale, di fisica quantistica, di disuguaglianze, di relazioni sociali e social. Ma anche di neuroscienze e matematica, di comportamenti, apprendimento e abilità cognitive. E non mancherà la musica.


E allora eccoli, i protagonisti: Lorella Carimali, docente di matematica e fisica e finalista nel 2018 del Global Teacher Prize, il Nobel per l’insegnamento; Alberto Cavallari, architetto di professione, pendolare per necessità e disegnatore per caso; Ernesto Damiani, ingegnere, professore ordinario presso la Statale di Milano, presidente del Consorzio Universitario Nazionale per l’Informatica, direttore del Sesar e del centro Ebtic di Abu Dhabi; Chiara Della Libera, ricercatrice in Fisiologia presso l’Università di Verona e è una delle giovani studiose italiane più brillanti; Andrea Geremicca, insegnante alla Luiss e alla Lumsa di Roma e direttore del Master in Innovazione e Imprenditorialità alla Rome Business School oltre che capo dello European Institute for Innovation and Sustainability (Eiis). Sul palco del Ponchielli saliranno poi Gabriella Greison, fisica nucleare, scrittrice, giornalista e performer teatrale; Paola Liberace, saggista e blogger professionista per il Sole 24 Ore; Bruna Nava, psicologa del lavoro, career counselor, formatrice ed esperta di neuroscienze; Yvan Sagnet, ingegnere, scrittore, attivista per i diritti umani e presidente dell’associazione internazionale #NoCap; e la violinista Lena Yokoyama, talento indiscusso della musica classica diventata anche icona della lotta alla pandemia con il suo concerto sul tetto dell’ospedale di Cremona nell’aprile 2020.

Andrea Mattioli, organizer TEDxCremona, esprime soddisfazione: «Siamo contenti di poter finalmente rivelare i nomi degli speaker di TEDxCremona. Con ognuno abbiamo iniziato a dialogare nel 2019 e siamo grati a ciascuno per aver resistito tutto questo tempo; non era scontato. Sono sei donne e quattro uomini scelti sulla base di competenze, percorsi umani e professionali significativi, passioni e idee (talvolta casualità) che tendono all’innovazione. Noi del team non vediamo l’ora di poterli incontrare e ascoltare, insieme al pubblico». E del resto, il primo TEDxCremona rappresenta anche l’occasione per tornare alla fisicità, a una relazione fatta di sguardi e corpi in presenza, in un luogo di cultura come il Teatro Ponchielli, naturalmente nel rispetto delle norme anti Covid. In teatro ci saranno più di 400 spettatori e i biglietti sono già esauriti da giorni. «Già questo mette un brivido bello — aggiunge Mattioli —. In questi mesi abbiamo sperimentato come la tecnologia annulli la distanza, ma non riesca a sostituire l’autenticità dello scambio di vibrazioni ed energie fra persone. Siamo esseri adattivi che apprendono dagli esempi e dai comportamenti: è la nostra forza. Mi piace pensare che ascoltare dal vivo gli speaker del TEDxCremona sarà un po’ come immergersi in uno spazio di conoscenza creativa e godersi un bagno insolito e sorprendente».

CONDUCE ANDREA MARCHESI

Ad introdurre gli ospiti sarà Andrea Marchesi, cremonese, volto e soprattutto voce di Radio Deejay. Scelto non a caso: «Andrea è un amico d’infanzia con cui è bello collaborare nell’età adulta, avendo prova che le nostre reciproche passioni si sono trasformate in professione. TEDxCremona è anche questo», il commento di Andrea Mattioli. Intanto, mentre all’11 settembre mancano ormai pochi giorni, si sta lavorando dietro le quinte per definire i dettagli, con mobilitati il team di TEDxCremona, Andrea Cigni (sovrintendente Teatro Ponchielli) e il suo staff, i partner che sostengono dall’inizio l’avventura, il Comune e il Museo del Violino, Apindustria e Associazione Piper che hanno patrocinato l’evento. «Perché partecipare a TEDxCremona? Perché noi siamo fatti per vivere insieme; essere connessi alla rete non significa vivere appieno. Privilegiare l’automazione di ogni momento dell’esistenza significherebbe andare verso una sorta di trans-umanesimo (pericoloso) dove le nostre scelte sarebbero determinate esclusivamente da algoritmi gestiti da poche aziende. L’unico modo per non cadere nella trappola è essere consapevoli, conoscere, comprendere e alimentare le connessioni umane». è la riflessione di Andrea Mattioli. Ed è anche il senso di TEDxCremona.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400