Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

IL NUOVO DIGITALE TERRESTRE

Bonus tv, conto alla rovescia. E le vendite sono già partite

La scadenza per lo switch off è slittata, ma iniziano già a scarseggiare alcune marche di televisori

Elisa Calamari

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

01 Settembre 2021 - 06:05

Bonus tv, conto alla rovescia. E le vendite sono già partite

CREMONA - Dal 23 agosto è partito il bonus rottamazione per l’acquisto di televisori compatibili con il nuovo digitale terrestre: il contributo per un nuovo apparecchio è riconosciuto sotto forma di sconto pari al 20% del prezzo di vendita, fino ad un massimo di cento euro comprensivi di Iva. Anche se a Cremona si stima siano circa 150 mila i televisori da rottamare, la corsa all’acquisto non è ancora entrata nel vivo, complice il rinvio dello switch off anche sul territorio lombardo: niente passaggio il prossimo primo settembre, perché il ministero dello Sviluppo economico ha appena disposto una rimodulazione del calendario del refarming delle frequenze telefoniche in base al quale gli operatori tv devono cedere la banda 700 MHz ai gestori di telefonia mobile 5G. Si sposta quindi anche la dismissione della codifica Mpeg2 e dell’applicazione dei nuovi standard innovativi. Prevista inoltre una ulteriore finestra di 30 giorni, a partire dalla pubblicazione in Gazzetta ufficiale, per il rilascio volontario anticipato delle frequenze oggetto di diritti d’uso in ambito locale. Questo significa che il passaggio di frequenze inizierà il 15 novembre 2021, procedendo per aree geografiche.

Per quanto riguarda il territorio di Cremona, questa riorganizzazione progressiva delle frequenze avverrà dal 3 gennaio al 15 marzo 2022. «Ma questa fase — spiega Davide Rossi, direttore generale dell’Associazione italiana retailers elettrodomestici specializzati — in realtà prevede un semplice spostamento di frequenze che non comporta la sostituzione del televisore. La vera rivoluzione che invece obbligherà all’acquisto di apparecchi compatibili con i nuovi standard comincerà il 15 ottobre con lo switch off da Mpeg2 a Mpeg4 e, poi, il passaggio definitivo a Dvbt-2. La data di attivazione del Dvbt-2 è stata spostata in avanti dal giugno 2022 e non è ancora stata definita. Ma avverrà comunque entro il 2022». Tutte le scadenze, in dettaglio, sono indicate all’indirizzo web https://nuovatvdigitale.mise.gov.it/road-map. Insomma, più tempo a disposizione per usufruire del bonus e acquistare un nuovo apparecchio televisivo o decoder. Ma non è il caso di perdere tempo, perché i magazzini potrebbero presto subire cali: «Già ora i televisori si stanno vendendo bene e di più rispetto agli anni scorsi — spiega Giuseppe Borea, esperto di tv digitale, consulente e membro del comitato operativo di Tivùsat —, è presto per parlare di corsa alle vendite, ma sicuramente c’è un incremento. Tanto che iniziano a scarseggiare alcuni brand. Bene anche le vendite di decoder per il digitale terrestre così come di quelli per Tivùsat. Questi incrementi sono stati anche dettati da Europei di calcio e Olimpiadi».

QUALITA' DELL'OFFERTA

Fattori evidenziati nelle scorse settimane, su queste colonne, anche dai rivenditori cremonesi. Borea aggiunge che rispetto allo stesso periodo del 2020, gli utenti che hanno scelto Tivùsat sono praticamente raddoppiati: «Sia per l’aumento del numero di canali in Hd, che sono ormai 60, sia perché la gente comincia a rendersi conto e ad apprezzare la qualità dell’offerta. I televisori da cambiare sono ancora milioni e purtroppo non c’è una campagna di comunicazione abbastanza incisiva da parte del ministero, ma visto il rinvio mi auguro che accada a partire dall’autunno. Il bonus è una misura importante e aiuta, ma la strada da percorrere è ancora lunga. Il consiglio che mi sento di dare è di non aspettare l’ultimo momento, poi ricordo che il ‘vaccino’ allo switch off è Tivùsat, perché preverrà problemi anche futuri in vista di ulteriori switch off. Perché questo — conclude Borea — non sarà l’ultimo».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400