Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CASALMAGGIORE

Suap, ecco il patto tra i sindaci della Bassa a sostegno delle aziende

Siglata in municipio la costituzione dello Sportello unico attività produttive Terre Casalasche

Davide Bazzani

Email:

redazione@laprovinciacr.it

31 Agosto 2021 - 16:05

sportello unico

Sindaci e autorità in sala consiliare per la firma di costituzione dello Sportello unico delle attività produttive sovracomunale

CASALMAGGIORE - Si chiama Suap – Sportello unico attività produttive Terre Casalasche - il nuovo servizio che, come ha spiegato questa mattina il sindaco di Casalmaggiore Filippo Bongiovanni in sala consiliare, sarà attivato a beneficio di 11 Comuni del territorio da venerdì 1 ottobre. In municipio a Casalmaggiore sono intervenuti i rappresentanti dei Comuni per la firma della convenzione che regola la gestione associata: oltre al capofila Casalmaggiore, c’erano i sindaci Alessandro Gozzi per Martignana di Po, Stefano Belli Franzini per Gussola e come presidente di Terrae Fluminis anche per Torricella del Pizzo, Roberto Oliva per Scandolara Ravara, Matteo Carrara per Motta Baluffi, Fabio Rossi per Cingia de’ Botti, riuniti nell’Unione Municipia, Pierguido Asinari per San Giovanni in Croce, e in rappresentanza dell’Unione Palvareta Nova il primo cittadino di San Martino del Lago, Dino Maglia, vicepresidente, anche in rappresentanza dei Comuni di Solarolo Rainerio e Voltido.

«Il Suap sovracomunale – ha spiegato Bongiovanni – garantirà il supporto alle imprese del territorio che hanno ad esempio la necessità di ampliarsi o di insediarsi. Un grazie al vicesindaco Giovanni Leoni per il coordinamento e all’architetto Simone Cadenazzi, oltre che all’ufficio bandi che ha operato perché il servizio venisse finanziato dalla Regione con il bando «100 per cento Suap». La convenzione ha validità sino al 31 dicembre 2025 ed è rinnovabile». Il vicesindaco Giovanni Leoni si è unito ai ringraziamenti ai quali ha affiancato anche i tecnici di tutti i Comuni coinvolti nell’operazione dello sportello unico. «Mi sento di ringraziare anche i sindaci, il cui ‘sì’ non era scontato. Invece abbiamo riscontrato una disponibilità importante, senza la quale non avremmo potuto procedere. Il Suap è previsto da una normativa che risale al 1998, ma in pochissimi l’hanno applicata. Penso che si tratti di un segnale notevole per la politica territoriale. Sarà una attività in grado di facilitare, in termini di velocità, le necessità di commercialisti, geometri, architetti, tecnici impegnati nella nostra zona per le attività produttive, collegandosi anche agli Sportelli unici per l’edilizia dei singoli Comuni. I tecnici comunali potranno dialogare con il responsabile del team di Casalmaggiore, l’architetto Cadenazzi, senza il quale questa operazione non sarebbe stata possibile. È previsto – ha anticipato Leoni – un momento di presentazione pubblica, che sarà sia di formazione che di informazione, a Casalmaggiore, del servizio, con le associazioni e gli operatori interessati. I sindaci sono sempre più posti sotto la pressione delle responsabilità e il Suap vuole essere anche un modo per dare loro tranquillità rispetto alla correttezza delle procedure da seguire».

Cadenazzi ha assicurato anche il supporto ai Comuni ad esempio per gli adempimenti legati allo svolgimento delle feste. «In questo modo – ha chiosato Leoni – il Comune di Casalmaggiore continua ad aprire il dialogo con il territorio, facendo ben sperare in ulteriori azioni che potranno essere attivate». Da Belli Franzini un commento positivo: «Penso che questa sia una ottima iniziativa a livello territoriale e che possa essere traino di altre iniziative. L’unione, davvero, fa la forza. Ringrazio Leoni per il coordinamento, ha lavorato con spirito di iniziativa e di coinvolgimento». 

FOTO: FOTOLIVE/RAFFAELE RASTELLI

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400