Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Festa del volontariato: associazioni, cittadini e quartieri in festa

Si terrà domenica 5 settembre dalle 10 alle 18 al Quartiere 5 e il 12 settembre dalle ore 10 alle 19 al Quartiere 2

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

31 Agosto 2021 - 11:32

Festa del volontariato: associazioni, cittadini e quartieri in festa

L'edizione 2019 della Festa del Volontariato

CREMONA - L’edizione 2021 della Festa del Volontariato, iniziativa che ha caratterizzato Cremona per molti anni, si svolgerà in modalità diffusa e coinvolgerà alcuni quartieri della città, in particolare saranno interessati il Quartiere 2 (Boschetto-Migliaro) e il Quartiere 5 (Borgo Loreto-San Bernardo-Naviglio). La proposta della Festa del Volontariato diffusa è stata costruita all’interno del Laboratorio Territoriale del Volontariato Ripartire dai Territori, un percorso di confronto attivato da CSV Lombardia Sud, Forum del Terzo Settore e Comune di Cremona – Centro Quartieri e Beni Comuni, che ha coinvolto i volontari di circa 30 associazioni e i rappresentanti dei due Comitati di Quartiere. Questo percorso ha permesso di creare un’occasione per investire nella comunità, per trovare un nuovo pensiero, aprire uno spazio di conoscenza, incrociare visioni, perché non c’è sviluppo di un territorio se non c’è un investimento forte nella costruzione della comunità. Da qui nasce la Festa del Volontariato diffusa, che si terrà domenica 5 settembre dalle ore 10,00 – 18,00 al Quartiere 5 (piazza Patrioti, piazza Amigoni, via Legione Ceccopieri) e il 12 settembre dalle ore 10,00 – 19,00 al Quartiere 2 (via Fratelli d’Italia e parco degli Alpini).

Al progetto, costruito grazie alla sinergia attuata con l’associazione “La città dell’Uomo” per il Quartiere 5 e la parrocchia del Boschetto per il Quartiere 2, hanno aderito moltissime realtà territoriali, che saranno presenti nei due quartieri nelle il 5 e 12 settembre, con oltre 100 postazioni complessive. Tra i partner di questi eventi da segnalare ATS Val Padana, Azienda Sociale Cremonese, ASST Cremona, Fondazione Banca dell’Acqua, Padania Acque, Fondazione Comunitaria e Cassa Padana.

I programmi delle due giornate nascono proprio dal lavoro di confronto e progettazione comune come sottolinea Rodolfo Bona, assessore con delega alle Politiche della Partecipazione: “Il Comune di Cremona è sempre stato partner e soggetto promotore, in collaborazione con il Centro di Servizio per il Volontariato Lombardia Sud e con il Forum del Terzo Settore, ma in questo caso abbiamo voluto attivare una sperimentazione che ha visto dialogare due Comitati di quartiere con un gruppo di associazioni cittadine. Questo laboratorio non si fermerà qui ma proseguirà con altre proposte, promuovendo alleanze, anche in altri quartieri che si renderanno disponibili”.

“Siamo molto soddisfatti del percorso costruito insieme al Comune e al Forum - aggiunge Luisella Lunghi, presidente di CSV Lombardia Sud - e mi unisco ai ringraziamenti doverosi e sinceri ai formatori, ai volontari, alle associazioni che si sono sentite coinvolte e hanno donato il loro tempo e le loro energie. Credo pertanto che sia giusto e bello tornare a ‘far festa’ che rappresenta in tanti paesi e località dei nostri territori un luogo e un tempo in cui ri- trovarsi, re-incontrarsi, ri-allacciare conoscenze e amicizie, ri-portare in uno spazio collettivo alcune riflessioni sul ‘tempo del volontariato’, con l’augurio che questo periodo così lungo di forzata clausura ci faccia riscoprire il senso autentico di fare festa: volontà di stare insieme, gioia di parlarsi e di prolungare l’incontro, convivialità, condivisione, riposo e anche sano divertimento. Una comunità si nutre anche di letizia e di speranza”.

“Il Terzo settore, e il volontariato in particolare, ha dimostrano ancora una volta di essere sempre e comunque al servizio di cittadine e cittadini. I volontari sono prossimi alle persone, è giusto quindi ripartire dai territori”, evidenzia infine Donata Bertoletti, portavoce del Forum Terzo Settore della Provincia di Cremona.


Programma di domenica 5 settembre 2021 - Quartiere 5

 
Ore 10,00 apertura della Festa e saluti dei rappresentanti delle istituzioni

 
Ore 15,30 FIAB promozione delle iniziative in atto

 
Ore 16,00 No Spreco presentazione del progetto

 
Ore 16,30 Intrecci Urbani presentazione del progetto

 
Ore 17,00 UNION BAND, esibizione offerta da AUSER UNIPOP

Durante la giornata si terranno un’animazione a cura dell’Associazione Orizzonti Latini, una gimkana in bicicletta a cura di FIAB Biciclettando Cremona, un’animazione a cura di volontarie e volontari del Servizio Civile Universale, ci saranno una piccola area attività per bambine e bambini a cura dell’Associazione Drum Bun, il baratto/scambio a cura dell’Associazione Banca del Tempo - La danza delle ore, infine la presentazione della bacheca Cerco/Offro Volontari a cura del CSV.

 

Programma di domenica 12 settembre 2021 - Quartiere 2

 
ore 10,00 saluto dei rappresentanti delle istituzioni, focus sul murale al parco Verdello;

 
esibizione del Complesso bandistico “Città di Cremona”

 
dal primo pomeriggio gonfiabile per bambine e bambini all’oratorio

 
ore 15,00 - 16,00 musica con l’Associazione GO ON

 
ore 18,00 - 19.00 momento musicale con ALL’IMPROVVISO – Carolina Marabotti e Amanda Roberts, vocalist e Matteo Chirivì, chitarra.


Sono inoltre in programma letture in Braille a cura dell’Unione Italiana dei Ciechi e Ipovedenti, animazione a cura dell’Associazione Orizzonti Latini, animazione a cura di volontarie e volontari del Servizio Civile Universale, presentazione della bacheca Cerco/Offro Volontari a cura del CSV, laboratorio bio-psico-sociale a cura di ASC e ASST Cremona.

SPAZIO COLLETTIVO

Le due giornate saranno un momento di festa in cui ritrovarsi, incontrarsi, riallacciare conoscenze e amicizie e riportare in uno spazio collettivo alcune delle riflessioni condivise nel Laboratorio, scommettendo sulle potenzialità generative di queste inedite alleanze.

Il prossimo anno vi sarà anche il rinnovo di molti Comitati di quartieri e a maggior ragione il raccordo tra istituzioni e Terzo settore è auspicabile per promuovere la partecipazione dei giovani, le relazioni di vicinanza e prossimità e quelle tra le associazioni, la cura dell’ambiente e dei beni comuni, l’attenzione alle persone fragili.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400