Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

LA PROTESTA SUL VERDE

Piante da tagliare, ecco lo studio: falcidie in via Serio e via Fulcheria

E Ventura torna all'attacco dell'amministrazione: "Grave omissione condita da arroganza"

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

30 Agosto 2021 - 16:16

Piante da tagliare, ecco lo studio: falcidie in via Serio e via Fulcheria

CREMONA - Il Comune ha pubblicato sul proprio sito web lo studio completo studio sulle 133 piante da tagliare che ha scatenato le proteste della cittadinanza, prima, e la bagarre politica, poi. La relazione tecnica traccia la mappa precisa degli interventi di abbattimento individuati a seguito dell'analisi condotta su "393 alberi radicati sul suolo Comunale". Oltre la metà degli interventi stabiliti si concentra in due sole strade: via Serio con 46 abbattimenti e via Fulcheria con 36

Intanto il consigliere comunale di Fratelli d'Italia Marcello Ventura, principale animatore della crociata anti-tagli, torna ad attaccare il sindaco Gianluca Galimberti: "Se il video pubblicato dal sindaco abbronzato dalla sua casa al ritorno delle ferie, e la pubblicazione avvenuta solo stamattina sul sito del Comune della relazione dovevano mettere fine alle polemiche, i contenuti finalmente pubblici, grazie ai numerosi accessi agli atti, della relazione sulle piante sono gravi per due ragioni - scrive Ventura -. Le date contenute. Dal 7 aprile il Comune sa che ci sono in 11 vie della città (non su tutte!) 133 piante definite pericolose e da abbattere. E il primo abbattimento inizia a metà agosto, dopo 4 mesi. Alla faccia della sicurezza e dell'ambiente, come definito candidamente del prof Galimberti. Secondo nel merito, la relazione è un vero e proprio shock; se in questi giorni abbiamo assistito a tagli in via Adda, e via Marmolada e via Boschetto, è nulla rispetto a quello che si vedrà in via Fulcheria e via Serio, dove rispettivamente su 41 alberi, 36 verranno abbattuti e su 50 ben 46 saranno tolte. Mi domando: ma qualcuno ha pensato ai residenti di quelle vie? Nelle prossime settimane anziché verde, vedranno ceppaie e monconi in attesa del nulla. Perché c'è solo incertezza. Resto convinto che ci sia stata una grave omissione da parte del Comune, condita da una buona dose di sottovalutazione e arroganza. Ingiustificabile!!!"

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400