Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

AGNADELLO

Inaugurata la nuova rotatoria, incrocio killer addio

Sulla Bergamina fra l’ex statale e le vie Garibaldi e Rivolta dopo anni di attesa e manifestazioni di protesta

Gianluca Maestri

Email:

redazione@laprovinciacr.it

25 Agosto 2021 - 14:45

Inaugurata la nuova rotatoria, incrocio killer addio

AGNADELLO - Finalmente la rotonda. Dopo anni di attesa la rotatoria all’incrocio fra l’ex statale 472 Bergamina e le vie Garibaldi e Rivolta è realtà. Dopo l’accensione dell’illuminazione pubblica mancano solo la segnaletica orizzontale (al momento c’è ancora quella gialla di cantiere) ed il tappetino d’usura, ma i veicoli possono percorrerla ed è quindi già nel pieno della sua funzione che è quella di garantire quella sicurezza che in questo punto del territorio agnadellese mancava. Co-finanziata da Regione Lombardia, che ha concesso un contributo di 300.000 euro e dal Comune, che ha stanziato 200.000 euro, progettata dalla Provincia e realizzata dalla ditta De Carli Andrea che ha sede legale a Roma e sede operativa a Capralba, la rotonda ha eliminato l’incrocio a raso diventato tristemente famoso per essere stato teatro di numerosi incidenti stradali. In uno di questi, alle fine di giugno del 2016, perse la vita la giovane vailatese Alessia Locatelli, travolta da un’auto lanciata a grande velocità sul rettilineo della Bergamina mentre in sella ad una bicicletta ed in compagnia di altre persone stava attraversando l’incrocio. La rotonda ha un diametro di 48 metri più altri 4 di pista ciclopedonale che è stata realizzata sul lato ovest per favorire l’accesso in sicurezza all’area artigianale, alla piazzola ecologica e all’area-cani anche ai cittadini che volessero recarsi in questa zona del paese senza usare l’auto.


L’iter di costruzione di questa infrastruttura è stato molto lungo. Partito con il protocollo d’intesa con Provincia e Regione firmato dall’amministrazione comunale guidata dall’ex sindaco Giovanni Calderara, nel quinquennio 2014-2019, è stato portato a termine dall’attuale amministrazione leghista del primo cittadinoStefano Samarati ma di una rotonda sull’ex 472 si parlava già durante gli anni della giunta di centrodestra di Marco Belli, sindaco di Agnadello dal 2009 al 2014. Proprio sull’attribuzione dei meriti dell’opera le forze politiche locali si dividono. «La rotonda, tanto agognata e quanto mai necessaria – scrive sul proprio foglio informativo il gruppo di maggioranza consiliare della Lega - è finalmente realtà. Il progetto, ampiamente supportato dal lavoro della Lega, della nostra amministrazione e grazie alla consueta sensibilità della Regione, sempre attenta alle esigenze dei territori, è prossimo alla conclusione che dovrebbe avvenire a settembre».

Di parere diverso l’opposizione. «La rotonda – afferma il capogruppo di minoranza Giovanni Calderara - è stata voluta, progettata ed interamente finanziata dalla precedente giunta di centrosinistra, previo accordo di programma tra Comune, Provincia e Regione stipulato ad aprile del 2019, quando l’attuale sindaco Stefano Samarati non aveva mai messo piede in municipio per interessarsi di pubblica amministrazione. Nell’eredità lasciata dalla giunta precedente a quella subentrata è compreso anche il ribasso d’asta conseguito nella gara d’appalto, che potrà essere speso per eventuali migliorie del progetto originario, o per altro».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400