Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA.

Dispersione scolastica, l'appello del Cr.Forma: «Con noi sarete barman e meccanici»

Nuovi corsi. L’iniziativa è rivolta a giovani tra i 15 e i 18 anni, che abbiano avuto un percorso discontinuo sui libri

Dario Dolci

Email:

redazione@laprovinciacr.it

23 Agosto 2021 - 06:00

Dispersione scolastica, l'appello del Cr.Forma: «Con noi sarete barman e meccanici»

CREMA - Nell’annata 2018-19, a livello nazionale, hanno abbandonato gli studi 86.620 giovani. Due terzi erano maschi e la percentuale in Lombardia è stata del 3,33%. Tentando di riportare tra i banchi più ragazzi possibile, offrendo loro un’opportunità diversa, il CR.Forma di via Pomboli, l’istituto pubblico di formazione professionale, ha avviato un progetto specifico per l’anno scolastico che sta per iniziare.

L’iniziativa è rivolta a giovani che abbiano avuto un percorso discontinuo sui libri, segnato da insuccessi e bocciature. La finalità è l’orientamento al mercato del lavoro, attraverso percorsi formativi che il centro di formazione professionale cittadino ha deciso di organizzare. Quelli proposti sono per operatori della ristorazione: preparazione pasti e servizi di sala e bar e operatore alla riparazione dei veicoli a motore, il tradizionale meccanico, per intenderci.

La partecipazione è destinata ai ragazzi che abbiano un’età compresa tra i 15 e 18 anni e che abbiano frequentato un percorso di istruzione e formazione per almeno dodici anni. L’iniziativa del Cr.Forma si inserisce nella Garanzia Giovani Fase 2 - linea di recupero della dispersione scolastica.

L’intervento prevede la collaborazione tra il centro di formazione professionale e i soggetti che operano nel campo dell’aggregazione giovanile e del contrasto alla dispersione scolastica, che progettano interventi ad hoc. L’obiettivo finale è portare i ragazzi che scelgono questa strada al conseguimento del titolo di qualifica di secondo ciclo. Se non si riesce ad ottenere un diploma, c’è la possibilità di arrivare a un titolo di qualifica e imparare una professione.

Oltre a Cr.Forma — come detto — partecipano al progetto tutti i soggetti che si occupano di iniziative di inclusione, ovvero Servizi sociali dei Comuni, cooperative sociali, associazioni di volontariato, no profit, associazioni giovanili, oratori e laboratori di quartiere. Tali realtà dovranno indirizzare i ragazzi che abbiano abbandonato la scuola o che ne siano a rischio, verso percorsi di recupero.

La metodologia didattica prevede lezioni in aula e attività di laboratorio con un corposo monte ore dedicato alla formazione in contesto lavorativo (alternanza scuola-lavoro e tirocinio), improntato all’apprendimento pratico.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400