Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA

Presidi «tuttofare» addio: si ritorna a uno per istituto

Anche i due soli Comprensivi rimasti senza dirigente avranno il loro titolare

Dario Dolci

Email:

redazione@laprovinciacr.it

17 Agosto 2021 - 06:05

Presidi «tuttofare» addio: si ritorna a uno per istituto

CREMA - Le due scuole cremasche che rischiavano di finire in reggenza, per la mancanza del dirigente titolare in seguito ai trasferimenti — gli Istituti comprensivi Crema Uno e di Rivolta d’Adda — avranno presto un nuovo preside, salvo sorprese. Insomma, nessun istituto retto dal responsabile di un altro, con inevitabili difficoltà, anche logistiche.

L’Ufficio scolastico regionale, infatti, ha pubblicato l’elenco dei vincitori del concorso 2017, assegnati ai ruoli in Lombardia per l’anno scolastico 2021-22, ormai alle porte a breve. E tra i 79 interessati agli incarichi dirigenziali, figura anche Attilio Maccoppi, attuale direttore della sede di Crema dell’Istituto agrario Stanga. I selezionati, entro la mezzanotte di oggi, dovranno esprimere le proprie preferenze per le sedi della Lombardia, compilando l’apposito modulo online. E ogni candidato potrà indicare fino a 20 istituzioni scolastiche e le province lombarde in ordine di preferenza. Con una nota successiva dello stesso Ufficio regionale, gli aspiranti presidi in posizione utile nella graduatoria di merito del concorso saranno convocati per il conferimento dell’incarico da parte del Direttore generale e per l’assegnazione formale della sede.

Le due scuole che necessitano di un preside, come detto, sono il comprensivo Crema Uno e quello di Rivolta. Per il primo, l’attuale dirigente Maria Cristina Rabbaglio , dal primo settembre, prenderà servizio all’Ic di Bagnolo Cremasco; per il secondo, Anna Lamberti ha ottenuto il trasferimento a Milano. Tra i movimenti già noti, Paola Orini sarà la nuova dirigente dell’istituto superiore Galilei, in sostituzione di Maria Grazia Crispiatico, che ha raggiunto l’età della pensione; Francesco Terracina quello dell’Ic di Montodine, dove subentrerà dal primo settembre a Maria Simonetta Bianchessi, a sua volta in pensione.

In totale, come reso noto dall’Ufficio regionale, in Lombardia sono 122 le istituzioni scolastiche senza dirigente di ruolo. Ma la precedenza nella scelta delle sedi spetterà a chi è meglio posizionato nella graduatoria.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400