Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

SPINO D'ADDA

Giochi nei parchi pubblici: «Ora nuovi e più sicuri»

Il Comune completa la sostituzione nelle aree verdi. Investimento di 85 mila euro

Stefano Sagrestano

Email:

stefano.sagrestano@gmail.com

02 Agosto 2021 - 05:55

Giochi nei parchi pubblici: «Ora nuovi e più sicuri»

Il vicesindaco e assessore Enzo Galbiati e i nuovi giochi nel parco di via Cascina

SPINO D'ADDA - I parchi comunali tornano ad essere luoghi d’incontro per bambini e famiglie. Ciò è possibile grazie all’operazione messa in atto dal Comune, che ha investito 85 mila euro e ha provveduto a installare i nuovi giochi (altalene, castelli, scivoli e dondoli) nelle aree verdi di via Papa Giovanni XXIII, via Cascina Rosa e al parco Resega. Ultimo in ordine di tempo, lo spazio tra le vie Olanda e via Barbieri. «In questo caso c’è stato un rinvio di qualche giorno in quanto, in occasione della sagra di San Giacomo, l’area era occupata dal luna park — spiega il vicesindaco e assessore alle Opere pubbliche Enzo Galbiati —: con questi interventi, rimediamo anche ai numerosi danneggiamenti di cui erano stati oggetto in passato i giochi dei nostri parchi pubblici». Odiosi atti di vandalismo, a cui con gli anni si era aggiunto il deterioramento delle attrezzature. Diversi scivoli e altalene, inoltre, non erano più a norma. Da qui la scelta di sostituire tutto il comparto dedicato ai più piccoli.

Nel frattempo le aree verdi principali sono state anche dotate di videosorveglianza, aumentando il numero delle telecamere già in funzione. Una soluzione per cercare di identificare i responsabili di atti vandalici. E la Polizia locale impiega spesso anche le cosiddette fototrappole, microcamere ad alta definizione che possono essere piazzate nei luoghi sensibili e vengono utilizzate anche per tenere sott’occhio le zone dove avvengono gli abbandoni di rifiuti. Più di una volta grazie a questa tecnologia e al lavoro della Polizia locale, è stato possibile identificare chi si sbarazzava dell’immondizia: sono fioccate multe nell’ordine dei 300 euro, sia a chi abbandona rifiuti sulle strade, sia a coloro che utilizzano in maniera impropria i contenitori lungo le vie.

Nell’ambito della sicurezza dei parchi, da ricordare inoltre che il principale polmone verde del paese, il Rosselli, già da anni è recintato e dotato di cancelli automatici che si chiudono durante la notte. Purtroppo, questo sistema non è servito a fermare i vandali che si sono introdotti in alcune occasioni, danneggiando la casetta periodicamente adibita a punto ristoro, accendendo falò sui tavoli e prendendo di mira l’arredo urbano e i giochi per i bambini. Nell’ultimo episodio, i responsabili dei danneggiamenti al chiosco erano stati comunque individuati: richiamati tramite i genitori, era stata comminata una multa e a carico delle famiglie erano stati addebitati i costi della riparazione.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400