Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CASALMAGGIORE

Dalle multe non pagate un tesoretto di 276 mila euro

Via alla riscossione delle sanzioni 2017: sono 478 i verbali per i quali è prevista l’esecuzione forzata

Davide Bazzani

Email:

redazione@laprovinciacr.it

15 Luglio 2021 - 06:10

Dalle multe non pagate un tesoretto di 276 mila euro

CASALMAGGIORE - C’è chi non paga le multe legate a violazioni del codice della strada e chi le paga più del dovuto. A Casalmaggiore, ad esempio, succede che nell’ambito della procedura per le sanzioni adottata dal comando di Polizia locale guidato da Silvio Biffi è stato verificato che il pagamento di 478 verbali di accertamento di violazione al codice della strada, contestati o notificati nell’anno 2017 (quindi magari anche relativi a violazioni compiute in anni precedenti) non è stato effettuato nei termini previsti. Per questo motivo è stato approvato il ruolo per la riscossione delle sanzioni amministrative risalenti a quattro anni fa, il cui importo è pari a 158.815,51 euro come sanzioni pecuniarie in senso stretto, a 6.750,41 come spese di notifica e a 110.968,56 euro come interessi di mora, per un importo complessivo di 276.534,48 euro. Non proprio una cifra da poco. Il Comune ha affidato al concessionario Area Riscossioni di Mondovì la riscossione coattiva delle sanzioni in un’unica soluzione. Nel caso di mancato pagamento delle multe, è l’articolo 206 del Decreto legislativo 285 del 1992 a prevedere l’esecuzione forzata.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400