Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA

Sì alla tortellata, ma solo nei ristoranti

Niente abbuffata in piazza: ecco menu e prezzi da rispettare per i locali aderenti

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

08 Luglio 2021 - 06:00

Sì alla tortellata, ma solo nei ristoranti

CREMA - Come già avvenuto l’anno scorso, la Festa del tortello cremasco, per tradizione prevista a metà agosto, non si terrà in piazza Moro. Non è infatti ancora permesso organizzare manifestazioni con possibili assembramenti, per le limitazioni legate alla pandemia. Ma il Comune non rinuncia all’appuntamento con il tipico primo piatto e ripropone la formula già utilizzata nel 2020, che prevede il coinvolgimento diretto dei ristoranti cremaschi. Per questo motivo è stato aperto un bando, che prevede l’adesione dei titolari dei locali pubblici entro il 20 tramite un modulo da compilare, disponibile sul portale dell’ente, e da inviare via e-mail all’indirizzo: manifestazioni.culturali@comune.crema.cr.it. Per partecipare alla festa i ristoratori devono accettare alcune regole. Innanzitutto, nel periodo tra il 7 e il 22 agosto, proporre ai propri clienti un menù dedicato in linea con la tradizione e dunque composto dalle seguenti portate: tortelli dolci cremaschi, formaggio Salva con le tighe e torta Bertolina. Inoltre sono invitati a prevedere altri piatti o prodotti gastronomici tipici del territorio. Previsto un prezzo fisso obbligatorio per le portate indicate nel bando. Una porzione di tortelli dovrà essere di minimo 100 grammi di peso (si calcola prima della cottura) al costo di 10 euro se cucinati e di 5 euro se crudi da asporto. Un piatto di Salva con le tighe dovrà costare 5 euro, una porzione di torta Bertolina 4. La torta intera andrà venduta a 18 euro. «I ristoratori — si legge nel bando — dovranno garantire la possibilità di pranzare o cenare nei locali oppure l’asporto (anche di un singolo piatto), con l’impegno di utilizzare per gli imballaggi dei cibi materiale ecologico e riciclabile. Possono attivare il servizio di consegna gratuita al domicilio». Il Comune si occuperà di promuovere la manifestazione culinaria, comunicando i ristoranti aderenti e fornirà a ciascuno le vetrofanie della Festa del tortello da applicare all’ingresso.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400