Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

La «mala movida»: blitz e locale chiuso tre mesi

Alcol ai giovani, guardia alta: operazione di polizia e vigili dopo la raffica di sanzioni

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

02 Luglio 2021 - 10:32

La «mala movida»: blitz  e locale chiuso tre mesi

CREMONA - Resta alta la guardia delle forze dell’ordine sul fronte della «mala movida» e i risultati arrivano.
Nelle scorse ore è scattata la sospensione dell’attività di somministrazione alimenti e bevande - per la durata di tre mesi - nei confronti di un esercizio commerciale del centro città. Il tutto a seguito dei controlli di Polizia amministrativa eseguiti a più riprese da personale della Polizia locale e della Questura di Cremona. Al responsabile dell’esercizio pubblico sono state contestate, in più occasioni, sanzioni amministrative e violazioni di natura penale conseguenti alla somministrazione di bevande alcoliche a minori di anni 18.

Grazie alla sinergia tra Questura e Municipale è stato possibile incrociare i dati delle sanzioni contestate e si è potuta così applicare, nei confronti del titolare dell’esercizio, la normativa che prevede, per chi venda o somministri bevande alcoliche ai minori di anni diciotto, se il fatto è commesso più di una volta, l’applicazione della sanzione amministrativa della sospensione dell’attività da quindici giorni a tre mesi.

«Il risultato ottenuto con la chiusura di questo locale - si legge nella nota diffusa ieri dalla Questura - si aggiunge ad altri brillanti successi in termini di prevenzione (e quindi non soltanto di repressione di comportamenti illeciti) conseguiti durante le attività di controllo del territorio interforze svolte in Cremona per i temuti eccessi legati agli aspetti deleteri della movida, coincidenti con il termine del periodo di lockdown e della riapertura degli esercizi pubblici nelle ore serali. Il mantenimento dell’ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini passa oggi più che mai attraverso attenti controlli di polizia amministrativa, soprattutto per la prevenzione di disordini dovuti all’incontrollato consumo di alcol; per tal motivo questi controlli sono stati ulteriormente rafforzati a cura del Questore di Cremona, Carla Melloni, e continueranno, con rinnovato impegno, in perfetta sinergia con la partecipazione di tutte le forze di polizia, con il fine di assicurare il rispetto delle regole per garantire la salute dei ragazzi e di tutti i cittadini cremonesi». 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400