Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

SONCINO

Scontro frontale tra moto e betoniera sulla via Bergamo, muore Paolo Riboli

Per il 55enne manutentore comunale non c'è stato nulla da fare, sulle cause dell'incidente indagano i carabinieri

Andrea Arco

Email:

andreaarco23@gmail.com

01 Luglio 2021 - 09:01

Scontro frontale tra moto e betoniera sulla via Bergamo, muore Paolo Riboli

La vittima, Paolo Riboli

SONCINO - Sul posto, in via Bergamo, sono arrivati immediati i soccorsi, vigili del fuoco, ambulanza, automedica e persino l'elisoccorso da Milano. Troppo gravi, però, le conseguenze dello scontro tra veicoli, una betoniera e una motocicletta: vittima il centauro 55enne Paolo Riboli, manutentore comunale di Soncino, che si è scontrato frontalmente col mezzo pesante. Il grave incidente stradale è avvenuto attorno alle 8. Rilievi e accertamenti da parte dei carabinieri di Soncino e Romanengo. Presente anche la Polizia locale di Soncino e la Polizia stradale. La strada rimarrà chiusa per buona parte della mattinata (almeno tre ore) con inevitabili conseguenze sul traffico viabilistico. 

La dinamica del tragico incidente in cui ha perso la vita Paolo Riboli, 55 anni, manutentore del Comune ed ex conducente dello scuolabus, è attualmente al vaglio degli inquirenti. Massiccia la presenza di forze dell’ordine, sia per i rilievi che per gestire la trafficatissima via Bergamo, bloccata per oltre tre ore, durante l’orario di punta. Sul posto i carabinieri di Romanengo e Soncino, oltre alla stradale di Crema e Pizzighettone con i vigili del fuoco di Orzinuovi.
Secondo le prime sommarie ricostruzioni la causa del colpo fatale sarebbe da ricondurre allo scontro con una betoniera guidata da un 56enne bergamasco che stava manovrando per fare ritorno alla Megabeton di Soncino. Riboli è stato urtato e sbalzato dalla moto, perdendo la vita. Immediato l’arrivo della Croce Verde e dell’elisoccorso ma gli sforzi per rianimarlo sono risultati vani.
La terribile notizia ha raggiunto la moglie, la madre e il fratello. Grande dolore in municipio, dove regna lo sconcerto. L’intero borgo è sotto choc.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400