Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

MARTIGNANA DI PO. IL CASO

Tir, sosta proibita: «Rovinano vie e piazze»

Ordinanza del sindaco Gozzi: «Provocano buche, sconnessioni e inquinamento: non si poteva più attendere»

Davide Bazzani

Email:

redazione@laprovinciacr.it

29 Giugno 2021 - 06:10

Tir, sosta proibita: «Rovinano vie e piazze»

MARTIGNANA DI PO - Stop h24 al parcheggio dei mezzi pesanti superiori alle 3 tonnellate e mezzo in tutto il territorio comunale. Lo ha disposto il sindaco Alessandro Gozzi sulla base delle varie segnalazioni e richieste pervenute, con le quali molti residenti evidenziano «i disagi creati dai mezzi pesanti parcheggiati nei più svariati angoli, specialmente nelle ore serali e notturne».

L’amministrazione comunale ha verificato che «effettivamente vengono lasciati, da parte dei conducenti, autocarri, autotreni ed autoarticolati, nonché motrici di autoarticolati ed autoarticolati stessi, in sosta sulle vie comunali in prossimità delle proprie abitazioni ed in alcuni casi in contrasto con le norme del codice della strada in quanto occupano buona parte della corsia di marcia, ostacolando e rendendo pericolosa la circolazione ordinaria dei veicoli ed occupando anche parcheggi riservati alle autovetture». 

I mezzi pesanti lasciati in sosta spesso imbrattano o insudiciano le aree urbane e residenziali, a causa della tipologia del carico trasportato

Nel provvedimento si sottolinea che «i mezzi pesanti lasciati in sosta spesso imbrattano o insudiciano le aree urbane e residenziali, a causa della tipologia del carico trasportato, o dei liquidi che fuoriescono dai componenti meccanici usurati dalla catena cinematica, oltre a danneggiare il manto stradale delle vie residenziali».

Inoltre i gas di scarico emessi dai mezzi in questione nella fase di riscaldamento sono particolarmente inquinanti. Nell’ordinanza si evidenzia che nella zona artigianale di in Via Bardellina esistono aree di parcheggio. I mezzi lasciati in sosta al di fuori dei casi consentiti saranno rimossi a spese dei trasgressori. «Non potevamo più attendere — commenta Gozzi —, tanto più che adesso abbiamo appena riasfaltato il piazzale del cimitero, pieno di buche e sconnessioni». Nella zona il Comune, grazie a lavori socialmente utili, sono state rimesse a nuovo quattro panchine poste nel viale di ingresso del cimitero ed è stata riattivata la fontana posta nell’aiuola in fregio a via Cavour.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400