Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CASALMAGGIORE

Cinema all’aperto nel cortile del Museo Diotti

Dal 14 luglio parte la rassegna. «È un ulteriore segno di ritorno alla normalità», ha sottolineato il sindaco Bongiovanni

Davide Bazzani

Email:

redazione@laprovinciacr.it

26 Giugno 2021 - 18:01

 Cinema all’aperto nel cortile del Museo Diotti

Emanuele Piseri, Filippo Bongiovanni, Marco Micolo e Roberta Ronda alla conferenza stampa

CASALMAGGIORE - «Da mercoledì 14 luglio torna l’appuntamento con il cinema all’aperto nel cortile del Museo Diotti».
A dare l’annuncio ufficiale della manifestazione, in sala consiliare, è stato il sindaco Filippo Bongiovanni, affiancato dall’assessore alla Cultura Marco Micolo, dalla responsabile del settore cultura del Comune Roberta Ronda e dal curatore della rassegna – intitolata «Lunghi giorni distratti – Cinque film che riportano sul pezzo» – Emanuele Piseri.

«È un ulteriore segno di ritorno alla normalità», ha sottolineato il sindaco. «È l’ultimo segno delle ripartenze, dopo le altre iniziative come la rassegna Lunazioni – ha rimarcato Micolo – e questa è la dimostrazione di quanto il settore abbia lavorato bene. La proposta è riservata a un pubblico di 80 partecipanti, nel pieno rispetto delle normative anti Covid-19. Il biglietto singolo costa 5 euro, per il posto unico. L’abbonamento costa 20 euro per le cinque serate previste ed è consigliato usufruire della prevendita».

Piseri commenta così la sua proposta: «Lunghi giorni distratti vuol essere un’immagine di quello che abbiamo vissuto, durante il periodo del passato recente, qui e ora. Chi distratto dal lavoro che ha sempre svolto, chi dalle relazioni sociali, chi dalla vita stessa. Distrarsi non significa per forza non essere attenti, significa guardare altrove per trovare una strada alternativa a quella sempre battuta per poi ritornare alla propria. Il tema gravita intorno a motivi contingenti, personali e sociali. Accosterà momenti divertenti a risvolti romantici, situazioni drammatiche alternate a sogni che possono diventare realtà».

Quanto ai film, «La belle époque» parla di una relazione sentimentale, «L’ufficiale e la spia» affronta il tema della iniquità, «Mister Blink» parla di un antropologo che cerca l’anello di congiunzione tra la scimmia e l’uomo, «In viaggio verso un sogno» è ambientato in un’America di serie B e narra la storia di un ragazzo che ha la sindrome di Down e desidera diventare un lottatore professionista. «La vita invisibile», infine, è uno dei film più potenti del 2019».

La Ronda ha ricordato che l’acquisto in prevendita, preferibile per evitare assembramenti all’ingresso, «è possibile nei normali orari di apertura del Museo Diotti, da martedì a venerdì dalle 8 alle 12,30 e sabato e domenica dalle 15.30 alle 18.30 fino a esaurimento dei posti. In caso di maltempo le proiezioni si terranno all’interno del Teatro Comunale».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400