Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CORONAVIRUS. VACCINAZIONI

Hub bollente, ci pensa «Uniti per la Provincia di Cremona»

La Onlus acquisterà le apparecchiature necessarie: sul piatto ha messo a disposizione dai 20 ai 30 mila euro

Francesca Morandi

Email:

fmorandi@laprovinciacr.it

22 Giugno 2021 - 16:21

Hub bollente, ci pensa «Uniti»

CREMONA - L’hub vaccinale di Cremona Fiere è una canicola? A rinfrescarlo ci penserà «Uniti per la Provincia di Cremona». La onlus acquisterà le apparecchiature necessarie: sul piatto ha messo a disposizione dai 20 ai 30 mila euro, una previsione di spesa. La decisione è stata presa all’assemblea della onlus dopo aver letto il servizio su La Provincia relativo ai malori dovuti al caldo.

«Il padiglione non è dotato di impianto di condizionamento», spiega Giovanni Bozzini, segretario generale della onlus con accanto il consigliere Riccardo Crotti. «Si è valutata l’opportunità di intervenire rapidamente. Stamattina, parlando con chi ha soluzioni abbastanza immediate, soluzioni che danno sicuramente un comfort, si è pensato a ventilatori con iniezione di particelle di acqua che danno un senso di refrigerio e che rendono l’ambiente più gradevole. Bisognerà andare a localizzare quali sono i punti più caldi. E’ stato dato l’incarico al direttore della Fiera, Massimo De Bellis, di fare le verifiche necessarie per poter installare in fretta queste apparecchiature da inserire in concerto con la direzione sanitaria dell’Asst di Cremona. Uniti per la provincia di Cremona si farà carico dei costi per dare un momento di ristoro alla gente che va a vaccinarsi in Fiera».

I tempi per rinfrescare l’hub «saranno il più tempestivi possibile per poter reperire le apparecchiature che rimarranno a disposizione per altre iniziative che potranno rendersi necessarie. Anche perché non si sa quale sarà lo scenario che dovremo affrontare per i prossimi anni».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400