Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CASALMAGGIORE

Controlli sulla movida: polizia locale in campo

Piano estivo di vigilanza redatto dal comandante Biffi. Via libera della giunta, otto vigili in campo

Davide Bazzani

Email:

redazione@laprovinciacr.it

20 Giugno 2021 - 06:25

Controlli sulla movida: polizia locale in campo

CASALMAGGIORE - Estate più sicura grazie al progetto della polizia locale, redatto dal comandante Silvio Biffi, che prevede il potenziamento dell’attività di vigilanza con diversa rimodulazione dei turni di servizio ordinari. Il via libera è stato dato dalla giunta comunale guidata dal sindaco Filippo Bongiovanni. Tutto parte dal fatto che nell’ambito del territorio comunale vengono organizzati nel periodo estivo in ore serali vari eventi, spettacoli e iniziative di carattere culturale, ricreativo, sociale e religioso, come i Giovedì d’Estate, la Fiera di Piazza Spagna e la processione religiosa di Ferragosto che richiamano un notevole afflusso di persone, rendendo necessaria l’effettuazione di servizi di vigilanza.


«Costituisce uno degli interessi principali dell’amministrazione comunale attivare periodici servizi serali di vigilanza, anche nei giorni festivi, nel corso del periodo estivo, per soddisfare l’esigenza di garantire il regolare e ordinato svolgimento delle varie manifestazioni alla luce anche del rispetto delle norme anti Covid, oltre ad assicurare una più incisiva attività di controllo del

Lotta a sosta indisciplinata, emissioni acustiche moleste, episodi di degrado e incuria, atti vandalici, abbandono di rifiuti e mancato rispetto delle norme anti-Covid

territorio comunale inteso nel suo complesso», osserva Biffi. E questo non riguarda solo il centro storico «ma anche i quartieri periferici e le frazioni nelle ore che durante l’anno non sono coperte da turni ordinari di servizio della polizia locale». Il progetto è finalizzato ad implementare i servizi alla cittadinanza, cercando di garantire anche nella fascia serale-notturna la vivibilità della città, vista anche la ripresa, dopo il periodo di lockdown, dell’attività dei pubblici esercizi e il venire meno delle restrizioni legate al coprifuoco, «attraverso una efficacia opera di vigilanza, prevenzione e quando necessario di repressione nell’impedire e ostacolare, quei comportamenti che minacciano l’ordinato svolgimento della vita sociale quali la sosta indisciplinata di veicoli, le emissioni acustiche moleste, gli episodi di degrado ed incuria, atti vandalici quali l’imbrattamento o il danneggiamento di arredi urbani, abbandono di rifiuti residui di consumazioni avvenute in loco, il mancato rispetto delle distanze che favoriscono il formarsi di assembramenti e il mancato uso delle mascherine di protezione nei luoghi in cui non sia possibile mantenere le distanze di sicurezza fra persone». Nelle attività sono coinvolti otto agenti. Gli orari di servizio sono dalle 7.20 alle 13.20, dalle 14 alle 20 e dalle 13.30 alle 19.30 solo il sabato, garantendo la presenza degli agenti in fasce orarie più ampie rispetto a quelle ordinarie. Da giovedì scorso sino al 5 settembre sono programmati 23 servizi serali in una terza fascia oraria compresa tra le 18 e le 24 con la presenza di due operatori di polizia locale in servizio a piedi o in auto.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400