Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

GIUSTIZIA

Il procuratore Pellicano ha fatto domanda di trasferimento

Con altri dieci è in corsa per la Procura di Genova

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

19 Giugno 2021 - 14:40

Procura di Genova, 10 in corsa per il posto da capo: c'è anche Roberto Pellicano

Il procuratore Roberto Pellicano

CREMONA - Dieci magistrati in corsa per il posto da procuratore capo di Genova. E tra questi c'è anche Roberto Pellicano, procuratore a Cremona dal luglio 2017.

A luglio, infatti, Francesco Cozzi andrà in pensione chiudendo la carriera con la richiesta di rinvio a giudizio per il crollo del ponte Morandi (richiesta che dovrebbe arrivare a fine della prossima settimana). Nel periodo di vacanza prenderà il suo posto il procuratore aggiunto Francesco Pinto, tra i magistrati che hanno presentato la domanda al Consiglio superiore della magistratura. Pinto coordina il gruppo Salute e lavoro e quello reati economici: coordina le inchieste relative alle morti covid, quella sul presunto riciclaggio di parte dei 49 milioni di euro di rimborsi elettorali ottenuti dalla Lega, ma anche quelle sulla maxi evasione di Booking e i tre filoni di inchiesta sui falsi report dei viadotti, delle barriere antirumore pericolose e dei mancati controlli alle gallerie, solo per citarne alcune.

Tra i candidati con esperienze in Liguria ci sono poi Nicola Piacente, attuale procuratore capo di Como ed ex procuratore aggiunto a Genova quando si occupò di terrorismo e dello scandalo di banca Carige, e Biagio Mazzeo, attuale procuratore di Lanusei in Sardegna, un genovese seppur di adozione, che grazie alla sua tenacia fece aprire l’inchiesta sulla morte di Martina Rossi già archiviata in Spagna.

Ad avere presentato domanda anche il procuratore aggiunto di Roma Rodolfo Maria Sabelli, presidente della Anm dal 2012 al 2017: si è occupato, tra l’altro, delle inchieste romane sul patron della Sampdoria Ferrero. E ancora, candidato anche Fabio Napoleone, in passato procuratore di Sondrio e consigliere del Csm e attualmente sostituto procuratore generale presso la corte d’appello di Milano; il procuratore di Tivoli Francesco Menditto, quello appunto di Cremona Roberto Pellicano, il procuratore aggiunto di Reggio Calabria Gerardo Dominijianni, il procuratore aggiunto di Cuneo Gabriella Viglione, unica donna, e il giovane procuratore di Paola Pierpaolo Bruni.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400