Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

VIADANA

I ritardi del PalaFarina: società in bilico

Sopralluogo con i dirigenti sportivi: incognite sulla prossima stagione

Pierluigi Cremona

Email:

pierluigi.cremona@virgilio.it

19 Giugno 2021 - 10:05

I ritardi del PalaFarina: società in bilico

VIADANA - Ripresa delle attività sportive (allenamento e partite) all’interno del palazzetto già a settembre, anche se ancora senza pubblico, e in seguito, entro fine anno, il ritorno degli spettatori con il nulla osta delle autorità competenti. È questa la speranza a cui si aggrappano le società sportive per poter tornare ad utilizzare il PalaFarina di Viadana per la stagione agonistica 2021-2022.

Il cantiere è quasi terminato, nonostante lo stop di diversi giorni dovuto a delle irregolarità riscontrate all’interno del cantiere, non imputabili al Comune.

Ieri mattina c’è stato un ulteriore sopralluogo tra amministrazione comunale e diversi rappresentanti delle società sportive. Per l’amministrazione erano presenti il sindaci Nicola Cavatorta, il vicesindaco Alessandro Cavallari, l’assessore ai Lavori pubblici Ivan Gualerzi, il direttore dei lavori Gabriele Ferrari, i referenti della ditta Tieni e il responsabile dell’area tecnica, urbanistica e ambiente Giuseppe Sanfelici. Per le società Luca Favari (volley femminile), Mauro Bozzolini e Marco Daolio (volley maschile). I dirigenti sportivi, speravano in qualche certezza in più,  purtroppo le loro aspettative non sono state del tutto esaudite.

«Non è cambiato molto – affermano Bozzolini e Daolio —. Ci sono state date risposte troppo evasive e imprecise sulla data di fine lavori. Non possiamo viaggiare nell’incertezza per programmare il prossimo campionato. A questo punto rimarremo con le gare in casa a Mezzani di Sorbolo e vedremo gli sviluppo futuri». 

Entro metà luglio dovremo comunicare alla federazione dove giocheremo le partite casalinghe, bisogna capire se rischiare dando ancora un nome diverso dal Palafarina o aspettare

Anche per Favari, il cronoprogramma delle federazioni non ammette incertezze. «Entro metà luglio dovremo comunicare alla federazione dove giocheremo le partite casalinghe, bisogna capire se rischiare dando ancora un nome diverso dal Palafarina o aspettare. L’amministrazione sta facendo il possibile e si è trovata in mano una situazione difficile da gestire che ha presentato un problema dopo l’altro».

Cavatorta ha affermato che «adesso entriamo in una fase in cui sono i soggetti esterni a dover dare le autorizzazioni, a cominciare dall’Ats. Di certezze al 100% al momento non ce ne sono, ma vediamo di lavorare insieme per il bene della cittadinanza». Le parti si sono accordate per aggiornarsi a mercoledì 30 luglio per verificare nuovamente l’avanzamento dei lavori e rivalutare le prospettive in vista della prossima stagione.

Nel frattempo, documenti comunali alla mano, è stato reso noto che al 3 giugno scorso erano state eseguite opere per circa 2 milioni e 79 mila euro. Il dato emerge dalla determina firmata da Sanfelici con cui il Comune di Viadana ha approvato nei giorni scorsi il nono stato di avanzamento lavori, e di conseguenza autorizzato il pagamento della nona rata per un importo di circa 117 mila euro. L'importo complessivo dell'appalto è di circa 2 milioni 280mila euro.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400