Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

GUSSOLA

Cantiere finito, via Madonnina è libera

I lavori erano stati bloccati per la denuncia del Comune alla Procura contro l’impresa. Il sindaco: costretti alla risoluzione del contratto iniziale, ci scusiamo con i residenti

Davide Bazzani

Email:

redazione@laprovinciacr.it

16 Giugno 2021 - 18:16

Cantiere finito, via Madonnina è libera

GUSSOLA - A distanza di quasi due anni dal loro avvio, si sono quasi conclusi i lavori tribolati per la riqualificazione di via Madonnina, grazie alla aggiudicazione del nuovo appalto all’impresa Stabili srl di Casalmaggiore, per la soddisfazione del sindaco Stefano Belli Franzini. 

Ci sono stati dei problemi cammin facendo ma li abbiamo affrontati con decisione e un grazie è dovuto, oltre che all’impresa Stabili, al nostro ufficio tecnico coordinato dall’architetto Chiara Stefania Incerti

«Ci sono stati dei problemi cammin facendo — osserva il primo cittadino — ma li abbiamo affrontati con decisione e un grazie è dovuto, oltre che all’impresa Stabili, al nostro ufficio tecnico coordinato dall’architetto Chiara Stefania Incerti».

Il cantiere era rimasto bloccato dopo che il Comune aveva riscontrato delle irregolarità tali da pregiudicare il rapporto di fiducia nell’impresa della provincia di Caltanissetta che si era aggiudicata inizialmente l’appalto per un corrispettivo totale di 70.858,26 euro, grazie ad un ribasso del 27,1 per cento. Fatti che erano stati anche segnalati all’autorità giudiziaria e che avevano portato il Comune a interrompere i rapporti con l’impresa prima assegnataria delle opere. In precedenza c’erano stati dei rallentamenti derivanti da prescrizioni dettate dalla Soprintendenza. Il sindaco non ha mai negato i problemi e si è scusato in più di una occasione con i cittadini della zona interessata per i disagi patiti.

«Ma - sottolinea ora - abbiamo lavorato quotidianamente, amministratori e ufficio tecnico, per risolvere le criticità. Siamo arrivati alla risoluzione del contratto iniziale e credo che, a fronte di altri casi problematici analoghi, in cui le tempistiche risultano molto più dilatate, il risultato sia non di poco conto».

Le opere devono ancora essere ultimate nelle aiuole, ma la pavimentazione, che ha preso il posto dei tigli che con le loro radici avevano compromesso il marciapiede e parte delle proprietà laterali, è ormai conclusa e ora collega piazza Comaschi con l’argine maestro, dove sorge l’edicola votiva dedicata alla Madonna del Pilar di Saragozza. L’amministrazione comunale, intanto, sta puntando a continuare gli interventi di riqualificazione relativi all’edilizia scolastica. Grazie a un contributo di 30 mila euro ricevuto dallo Stato, ha assegnato allo Studio Rinnova di San Giovanni in Croce la redazione del progetto definitivo/esecutivo per i lavori di riqualificazione energetica dell’edificio scolastico che ospita l’asilo nido e la scuola dell’infanzia, per un totale di 17.315,67. Il progetto è finalizzato alla richiesta di risorse per poter realizzare poi i lavori necessari.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400