Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

"Falsità ideologica", 1500 euro di multa a Signoroni

Per aver dichiarato erroneamente l'inesistenza di una causa di ineleggibilità, il presidente della Provincia: "Ritenuto candidabile dalla commissione elettorale"

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

16 Giugno 2021 - 16:03

Sanzione pecuniaria a Signoroni, "Ribadisco la buona fede del mio operato"

Il presidente della Provincia Paolo Mirko Signoroni

CREMONA - "Nei giorni scorsi ho ricevuto la notifica di un decreto penale del Tribunale di Cremona, che mi irroga una sanzione pecuniaria di euro 1.500 per aver dichiarato erroneamente l'inesistenza di una causa di ineleggibilità, decreto che risale al mese dicembre del 2020, protocollato il 9 dicembre dello stesso anno, del quale atto non ero a conoscenza; peraltro prima della stessa notifica mi era stata data informazione da alcuni giornalisti. Ciò in relazione alle prime elezioni alla carica di Presidente della Provincia, dalla quale avevo allora presentato le dimissioni. Ora farò le valutazioni con il mio legale": ha precisato il Presidente della Provincia di Cremona, Paolo Mirko Signoroni.

Ha concluso Signoroni: "Ribadisco la buona fede del mio operato: il curriculum vitae allegato alla mia prima candidatura comprendeva le mie cariche in essere, sono stato dichiarato candidabile dalla commissione elettorale e oltretutto sono stato proclamato Presidente della Provincia, detto questo, per ribadire ulteriormente la mia buona fede, comunque mi ero dimesso dalla carica di Presidente per poi ricandidarmi".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400