Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA: LA CITTA' CHE CAMBIA

Area nord est da rigenerare, è caccia a 5 milioni di euro

Il Comune batte cassa a Roma per il sottopasso ciclabile, il recupero del parco della Pierina e dell’ex Olivetti

Stefano Sagrestano

Email:

stefano.sagrestano@gmail.com

12 Giugno 2021 - 07:30

Area nord est da rigenerare, è caccia a 5  milioni di euro

L’esterno della cascina Pierina in attesa di recupero da decenni

CREMA - Rigenerare l’area nord est della città partendo dal parco dell’ex cascina Pierina, proseguendo con il sottopasso ciclo pedonale del viale di Santa Maria per arrivare al recupero dell’area ex Olivetti a fianco dell’università. Questa la nuova sfida lanciata dall’amministrazione Bonaldi, ormai all’ultimo anno: gli studi di fattibilità prevedono una spesa complessiva di 4,9 milioni di euro e sono stati candidati al bando nazionale di rigenerazione urbana. Da qui dovranno arrivare i fondi, senza i quali, ovviamente, tutto rimarrà sulla carta. A seguire il maxi progetto «Rigenerando Crema 3C - Connessione-Conoscenza-Comunità» è l’assessore all’Urbanistica Cinzia Fontana. La realizzazione del sottopasso ciclo pedonale richiede una spesa di 2 milioni euro. Il recupero dell’ala B dell’ex Università (al bando emblematici Cariplo il Comune ha già partecipato con il progetto sul rilancio della porzione A, quella attualmente utilizzata) prevede un investimento di circa 1,9 milioni euro. La riqualificazione del parco della Pierina chiama quasi un milione euro.

«Abbiamo sfruttato tutto il potenziale del bando, che può arrivare a 5 milioni di euro – spiega Fontana –: il nostro progetto declina questi interventi di riqualificazione ambientale, culturale e sociale, inseriti in un programma pensato in lotti funzionali, tra loro collegati sia dal punto di vista concettuale sia fisico. Sarà una competizione dura, non lo nascondo, perché i criteri andranno a premiare maggiormente i Comuni con l’indice di vulnerabilità sociale e materiale peggiore, ma è comunque importante partecipare perché potremo finire in una graduatoria che varrà per il prossimo triennio. Aggiungo, inoltre, che la progettazione in oggetto è noi fondamentale, perché ribadiamo il carattere strategico di quell’area e dell’intervento, già in essere, del sottopasso viario come motore di un grande cambiamento della città. L’idea strategica alla base delle politiche di rigenerazione urbana del Comune si ritrova pertanto perfettamente in questi progetti presentati per il bando. che riguardano la cucitura e connessione tra la città storica e l’area nord-est di Crema e l’attivazione di processi di trasformazione degli spazi sia pubblici che privati».

Chiara la volontà di cogliere ogni opportunità che si aprirà una volta che sarà pronto (entro l’anno prossimo) il sottopasso ferroviario veicolare che manderà in pensione il passaggio a livello del viale di Santa Maria, collegando via Stazione con via Gaeta. Questo tunnel, comunque dotato di una pista ciclo pedonale, libererà una vasta zona dal traffico di passaggio, compresa tra i binari e il ponte sul canale Vacchelli. Tra le ipotesi urbanistiche c’è anche quella di farne una sorta di salotto pedonale con vista sulla basilica di Santa Maria.

«Questi progetti si innestano su quanto già prefigurato con la nostra partecipazione al bando Cariplo con il progetto Ex.O per un hub dell’innovazione» aggiunge il sindaco Stefania Bonaldi. Un rilancio del sito universitario di via Bramante per un importo di un milione di euro. L’obiettivo è quello di creare un centro di alta formazione e ricerca. «Se – conclude Bonaldi – il primo passo per il rilancio di quell’area è la riqualificazione dell’ex Olivetti per avviare e promuovere l’alta formazione, con l’insediamento della laurea in Infermieristica e la realizzazione del laboratorio didattico di cosmetica del corso Its, anche gli altri passi nell’area nord-est sono parimenti importanti. I tre cardini, università, stazione ferroviaria e Pierina, sostengono una parte decisiva del futuro della città».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400