Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

LE RICERCHE DI SAMAN

Il colonnello Regni: "Certi che il corpo sia sepolto in zona"

Per 9 anni alla guida della Compagnia carabinieri di Casalmaggiore, è ora il responsabile delle indagini

Andrea Setti

Email:

asetti@laprovinciacr.it

09 Giugno 2021 - 10:53

Il colonnello Regni: "Certi che il corpo sia sepolto in zona"

Il colonnello Luigi Regni e la 18enne scomparsa Saman Abbas

CASALMAGGIORE - "Stiamo bucando terreni per ettari ed ettari perché siamo certi che il corpo di quella povera ragazza sia

Una storia agghiacciante che nella mia ormai lunga carriera non avevo mai incontrato

sepolto in questa zona. Una storia agghiacciante che nella mia ormai lunga carriera non avevo mai incontrato". Il tenente colonnello Luigi Regni, per 9 anni alla guida della Compagnia carabinieri di Casalmaggiore, è ora il principale responsabile delle indagini sulla scomparsa di Saman Abbas, la 18enne la cui sorte sarebbe stata segnata dagli stessi famigliari.

"Stiamo lavorando - aggiunge l'ufficiale che guida la Compagnia di Guastalla - senza sosta non solo per assicurare i responsabili alla giustizia ma anche per restituire un minimo di dignità umana a una ragazza che ha pagato per il suo desiderio di vivere".

Proseguono intanto le attività con carotaggi, impiego dei cani e da oggi sarà utilizzato l’elettromagnetometro. In giornata si attendono novità sulla consegna da parte della Francia del cugino della ragazza, il 28enne Ikram Ijaz, arrestato una settimana fa in Francia. Con lui sono indagati i genitori di Saman, uno zio e un altro cugino, tutti latitanti. Già ieri si erano intensificati i contatti tra gli investigatori italiani e quelli d’oltralpe grazie dell’intermediazione del Servizio di cooperazione internazionale della polizia criminale del Ministero dell’Interno, per accelerare i tempi per la consegna.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400