Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

SAN BASSANO

Cagnolina nel canale, salvata da un ragazzo

Il giovane è entrato nel Serio Morto e l'ha estratta dall’acqua. Tosca è stata già riaffidata ai legittimi proprietari

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

04 Giugno 2021 - 06:24

Cagnolina nel canale, salvata da un ragazzo

SAN BASSANO - Arrancava nel Serio Morto probabilmente da qualche chilometro e le forze ormai la stavano abbandonando. Tosca, meticcio di 13 anni, deve il suo salvataggio all’attenzione, alla sensibilità e alla prontezza d’intervento mostrate dalle diverse persone che a vario titolo si sono attivate per estrarla dall’acqua e riaffidarla ai legittimi proprietari.

Tutto è nato dalla segnalazione di una sambassanese che, a passeggio lungo la pista ciclabile adiacente al canale, ha notato la cagnolina in evidente difficoltà, in balìa della corrente. L’avvistamento è avvenuto al confine tra i territori di San Bassano e Castelleone, in aperta campagna, e la donna non sapendo a chi rivolgersi ha contattato il sindaco Giuseppe Papa, il quale, dopo aver fatto mente locale su chi data la geolocalizzazione potesse intervenire in tempi rapidi, ha mobilitato Luca Rapuzzi, un ragazzo residente in una cascina poco distante dal corso del Serio Morto. Quest’ultimo ha effettivamente individuato Tosca, si è calato in acqua e l’ha riportata a riva. Esausta ma in vita. «A quel punto – spiega Papa – ci siamo posti il problema di chi fossero i proprietari e così, in attesa che qualcuno si facesse avanti, mio fratello si è offerto di ospitarla nel proprio cortile e accudirla». 

Una bella sinergia  tra persone che hanno agito con il cuore, ottenendo il miglior risultato possibile. Simili esempi di collaborazione aiutano a crescere e inducono ad avere fiducia nel prossimo

Poche ore dopo, come si auspicava qualcosa si è mosso. Sugli alberi e i muri della zona sono apparsi dei volantini con la foto della cagnolina e l’appello, a chiunque l’avesse vista, di fornire segnalazione utili. A quel punto è bastato comporre il numero di telefono indicato nell’avviso e informare i proprietari del luogo in cui andare a riabbracciare la loro amata Tosca.

«Una bella sinergia – chiosa il sindaco – tra persone che hanno agito con il cuore, ottenendo il miglior risultato possibile. Simili esempi di collaborazione aiutano a crescere e inducono ad avere fiducia nel prossimo».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400