Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

VIADANA

La ditta lascia i lavori, cantiere fermo in palestra

La struttura del Don Bosco di competenza della Provincia è in stallo

Pierluigi Cremona

Email:

pierluigi.cremona@virgilio.it

03 Giugno 2021 - 07:08

La ditta lascia i lavori, cantiere fermo in palestra

Cantiere fermo alla palestra dell’Istituto Don Bosco di Viadana

VIADANA - Impresa edile in crisi, stop alla realizzazione della palestra dell’Istituto Don Bosco di Viadana. Dovrebbero riprendere nel mese di giugno i lavori di costruzione della palestra dell’istituto superiore cittadino, fermi da alcune settimane a causa delle difficoltà economiche dell’impresa costruttrice, la Elettrica Sistem di Cava dei Tirreni (Salerno) che aveva vinto l’appalto della gara indetta dalla Provincia di Mantova.

Ed è lo stesso ente provinciale, tramite il proprio ufficio stampa, a spiegare la procedura. «La ditta che sta eseguendo i lavori ci ha comunicato di avere difficoltà economiche e di non essere in grado di proseguire le attività del cantiere. Daremo inizio alla procedura di rescissione del contratto e valuteremo con la seconda classificata nella gara d’appalto se da parte di quest’ultima c’è l’interesse a subentrare. Se si, come pare da indiscrezioni, nel mese corrente si potranno riprendere i lavori».

La realizzazione della struttura è andata spedita e solamente nella parte finale (come si può notare dalla foto), c’è stato l’inatteso stop. A mettere in difficoltà l’impresa campana anche il momento di difficoltà legato alla pandemia in corso.
Quella della costruzione della palestra, a Viadana, è stata una vicenda che ha fatto discutere parecchio. È stata infatti costruita in quello che prima era un campo da calcio che veniva utilizzato da gruppi di amici della città per delle partitelle ed era curato da alcuni volontari. La realizzazione della struttura però ridarà fiato alle altre strutture per l’attività sportiva di Viadana, considerando anche il fatto che il palazzetto — cioè il PalaFarina — è fuori uso da più di 6 anni.

Il bando per l’aggiudicazione dei lavori era stato emesso dalla Provincia nel dicembre 2018 e la gara era stata affidata nel luglio del 2019. Nel marzo 2019 erano state ammesse alla gara 106 ditte. Ad arrivare prima era stata appunto la Elettrica Sistem con il ribasso del 26,342% per un importo complessivo di un milione, 80 mila e 894,56 euro.

Al secondo posto si era classificata la Edilsomma, altra impresa edile campana, questa volta di Castellamare di Stabia (Napoli), che aveva presentato un ribasso d’asta del 25.839%. Se la ditta accetterà di subentrare, sarà lei a completare la realizzazione e a far riprendere i lavori all’interno del cantiere.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400