Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

DOVERA

Ragazzi artisti, un murales con i personaggi famosi

Concluso il progetto degli studenti: dipinti i volti di attori, scienziati e imprenditori

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

31 Maggio 2021 - 15:40

Ragazzi artisti, un murales con i personaggi famosi

DOVERA - Una loro personale di hall of fame della cultura, del cinema,dell’imprenditoria, della scienza, dello sport e della solidarietà, con i volti di Jane Fonda, Kobe Bryant, Steve Jobbs, Totò, Pablo Neruda, Madre Teresa di Calcutta, Walt Disney, Ada Negri, Enzo Ferrari e altri grandi personaggi della storia mondiale contemporanea. Sono quelli che hanno scelto di dipingere sul murales realizzato in paese alcuni ragazzi dal talento artistico evidente, che hanno aderito al progetto socio-culturale avviato lo scorso settembre dal Comune. Vanno a formare una piccola galleria d’arte all’aperto in corrispondenza della parete di proprietà comunale che si trova in via San Francesco, nella frazione di Postino.

Gli autori sono Alessia Prada, Aurora Prada, Gaia Rossetti, Giacomo Rossi, Ilaria Raimondi Cominesi, Laura Scaglia, Lorenzo Miragoli, Sara Costa, Sara Gelatti e Sara Rapaccioli. Si tratta di giovani che studiano alle superiori (l’ultimo anno) oppure universitari. Per ognuno dei volti è riportata una frase celebre del personaggio stesso. Da «...e io pago» di Totò, a «La felicità è un percorso, non una destinazione» di Madre Teresa, sino a «Se puoi sognarlo, puoi farlo» del creatore di Topolino.

«Vogliamo ringraziare i ragazzi ovvero per la preziosa collaborazione e per essersi dimostrati veramente fantastici» spiega

Vogliamo ringraziare i ragazzi ovvero per la preziosa collaborazione e per essersi dimostrati veramente fantastici

l’assessore alla Cultura Alessandro Meazza del Comune. Con lui ha supervisionato il progetto il capogruppo Danilo Casciaro. Paolo Bottoni ha provveduto alla realizzazione digitale delle figure, comprensive di una loro frase simbolo, che sono state successivamente trasposte sotto forma di murales grazie a degli stencil. «L’iniziativa è stata finanziata per la prima parte con i fondi dell’assessorato ai Servizi sociali – aggiunge Casciaro – mentre la parte conclusiva è stata finanziata con i fondi dell’assessorato alla Cultura. Abbiamo già in mente altri progetti di questo tipo in formato murales, ma con tematiche differenti e che stiamo ipotizzando delle possibili aree comunali su cui realizzarli. Sono convinto che avremo una partecipazione così attiva dei giovani del nostro paese anche alle prossime iniziative che proporremo».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400