Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

GIOVANI ED ECONOMIA

Super manager per un mese: il vincitore è un cremonese

Trionfo di Federico Tangorra (su 12 mila candidature) al talent program di Adecco Group

Elisa Calamari

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

29 Maggio 2021 - 09:08

Super manager per un mese: il vincitore è un cremonese

La premiazione di Federico Tangorra

CREMONA - É Federico Tangorra, 23enne cremonese, il vincitore della settima edizione di «Ceo for one month», un talent program promosso da Adecco Group che gli permetterà di affiancare per un mese l’amministratore delegato Andrea Malacrida. Laureando in Management engineer al Politecnico di Milano, Tangorra ha superato con successo il processo di selezione tra oltre 12 mila candidature e, in finale, ha sfidato altri cinque candidati in un bootcamp di tre giorni a Milano. La vittoria è arrivata grazie alla capacità analitica e al livello di maturità di Federico, che nonostante la giovane età ha impressionato i recruiter che si sono occupati della prima selezione (avvenuta online) e ha poi convinto il top management del Gruppo Adecco e i membri della giuria milanese, che hanno testato il ragazzo insieme agli altri finalisti. Ora potrà vivere un’esperienza formativa unica al mondo e avrà anche la possibilità di competere a livello internazionale con i suoi omonimi dei 47 Paesi che hanno lanciato il programma: per vincere, in autunno, un posto da global ceo per un mese al fianco di Alain Dehaze, global ceo The Adecco Group.

È stata una esperienza fantastica e il risultato è stato il coronamento di un percorso lungo e stancante ma senza dubbio soddisfacente

«È stata una esperienza fantastica e il risultato è stato il coronamento di un percorso lungo e stancante ma senza dubbio soddisfacente – commenta Federico –. Fra gli aspetti più significativi ci sono quelli relazionali, perché il bootcamp di Milano mi ha permesso di creare un network interessante sia con gli altri studenti partecipanti sia con le persone dell’organizzazione. Credo che questa esperienza mi potrà dare una spinta enorme in un mondo del lavoro oggi più che mai complicato. Da questo mese mi aspetto che mi dia tanto, ma che un giorno mi possa anche permettere di restituire quel che imparerò».
Federico parla di «punto di partenza» e sogna un lavoro che gli possa garantire contatti internazionali, magari in ambito finanziario. «Ma sono anche portato al cambiamento e alla sperimentazione – conclude –, vorrei avvicinarmi sia a realtà consolidate, sia innovative».
Intanto, è pronto a vivere un’esperienza che, come testimoniato dai numeri delle scorse edizioni, è sinonimo di sbocchi professionali molto interessanti per i partecipanti: l’80% dei best performer degli anni passati già lavora nonostante la giovane età e il 70% di questi ha trovato un’occupazione dopo meno di sei mesi dalla conclusione dell’iniziativa. Inoltre, a livello di retribuzione, il 40% dei giovani rispondenti dichiara di essere assunto con una retribuzione annua lorda tra i 30 e i 50 mila euro, mentre il 17,5% di loro guadagna una cifra superiore ai 50 mila euro all’anno.

«È stato emozionante per noi tornare a incontrare questi ragazzi in presenza, dopo l’edizione dell’anno scorso che ha visto gran parte delle prove finali svolgersi in digitale per le misure di contenimento della pandemia – è il commento dell’ad Malacrida –. Il programma Ceo for one month, arrivato quest’anno alla sua settima edizione, rappresenta un’occasione di crescita personale e professionale unica per i ragazzi, che mai come adesso hanno bisogno di qualcuno che creda in loro e che gli offra la possibilità di esprimere e indirizzare il proprio talento».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400