Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Violino rubato, in carcere i due ladri e il ricettatore

Operazione della Squadra Mobile: lo strumento era stato trafugato dallo studio del commercialista Serventi

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

19 Maggio 2021 - 13:20

Violino rubato, in carcere i due ladri e il ricettatore

CREMONA - Il 16 febbraio scorso due ladri erano entrati nello studio del commercialista Massimo Serventi, in piazza Castello, e avevano trafugato un prezioso violino. Allertati dai vicini, il commercialista e la figlia, Alissa, erano accorsi sul posto intercettando i malviventi: uno dei due aveva spintonato Serventi facendolo cadere a terra. Grazie all'operazione della Squadra Mobile lo strumento musicale è stato recuperato e, questa mattina, riconsegnato ai legittimi proprietari: stava per essere venduto ad un liutaio di Crema, tra l'altro dirimpettaio del laboratorio Formaggia, dove il violino era stato realizzato nel 1978. Uno strumento anche dal forte valore affettivo: Serventi lo aveva ricevuto dal padre, Giovanni. In carcere per rapina aggravata in concorso sono finiti Liridon Fejza e Francesco Di Roma. Con loro dietro le sbarre anche il ricettatore, Stefano Barca.

Di Roma e Barca erano stati individuati già lo scorso 6 marzo, mentre cercavano di piazzare il violino. A loro carico era scattato l'arresto immediato per aver evaso le misure alternative alla detenzione a cui erano sottoposti: il primo era in affidamento ai servizi sociali, il secondo ai domiciliari per una serie di truffe online. Ieri il cerchio si è chiuso con l'arresto di Fejza, scovato nella propria abitazione di Cremona, dove, tra l'altro, deteneva illegalmente armi tra cui una pistola e due sciabole.

LA CONFERENZA STAMPA DEL COMANDANTE MARCO MASIA CON ALISSA SERVENTI

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400