Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CORONAVIRUS. LA PREVENZIONE

Covid e pressione alta: un binomio da spezzare

Ariano: «Meno controlli durante la pandemia. Gli ipertesi hanno un fattore di rischio più alto»

Lucilla Granata

Email:

redazione@laprovinciacr.it

15 Maggio 2021 - 06:49

Covid e  pressione alta: un binomio da spezzare

Il medico Rosario Ariano

CREMONA - Lunedì, 17 Maggio, sarà la XVII Giornata Mondiale contro l’ipertensione arteriosa, promossa dalla World Hypertension League. Il Centro Ipertensione dell’Asst di Cremona da sempre ha avuto cura di promuovere l’importanza della prevenzione in questo campo. 

A causa delle norme anti Covid anche quest’anno non è stato possibile organizzare il consueto Open day in Piazza Roma

«A causa delle norme anti Covid anche quest’anno non è stato possibile organizzare il consueto Open day in Piazza Roma», spiega il dottor Rosario Ariano Referente del Centro Ipertensione dell’Ospedale di Cremona. «Per noi era molto importante perché partecipavano più di 300 cittadini a cui misuravamo la pressione e per avere un confronto diretto con tante persone sulle problematiche legate all’ipertensione che sono tra le cause principali di una serie di disturbi cardiovascolari. Nell’immediato, per accogliere l’invito della Società Italiana dell’Ipertensione Arteriosa di attivare tutti i canali mediatici accessibili, l’Asst di Cremona ha organizzato una diretta Fecebook proprio per lunedì, a partire dalle 15.30, perché la sensibilizzazione su questi temi trovi una sua continuità almeno virtuale. Io sarò a disposizione per rispondere alle domande di chi si collegherà alla diretta. Parlare di ipertensione arteriosa oggi è di particolare importanza»

Le persone affette da ipertensione arteriosa nel mondo sono 1,5 miliardi con 10 milioni di decessi correlati ogni anno. In Italia gli ipertesi sono circa 16 milioni con 280.000 decessi ogni anno. Dati preoccupanti che vanno sottolineati a giudizio di Ariano, proprio perché si torni alla giusta attenzione verso un comportamento alimentare corretto, all’attività sportiva e a quella di controllo e prevenzione. Sottoporsi ad una visita medica e ad esami di laboratorio almeno una volta l’anno.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400