Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Mamma violenta a processo, potestà genitoriale a rischio

La donna si sta curando. Le due bambine assegnate a una famiglia affidataria

Francesca Morandi

Email:

fmorandi@laprovinciacr.it

11 Maggio 2021 - 16:44

Mamma violenta a processo, potestà genitoriale a rischio

CREMONA - Sera del 17 febbraio 2020, lunedì. «Mia madre mi ha picchiato, venite, vi prego venite». La chiamata alla polizia è di una bambina di 12 anni. Gli agenti si precipitano. La casa è sporca, la dodicenne è con la sorellina di sei anni. Sono terrorizzate. Quella sera si squarcia il velo sul dramma che da tempo si sta vivendo in quell’appartamento sporco, non curato. La mamma è sempre ubriaca, barcolla, non si regge in piede. Da due anni il marito non vive più lì. Un marito violento, si scopre. Il 18 luglio del 2018 era stato arrestato, perché picchiava la moglie, quindi lo avevano allontanato dall’abitazione. Non ha più fatto ritorno. Si è trasferito nel nord Europa, fa il camionista. Sebbene lontano, con le figlie il padre si è sempre tenuto in contatto, le ha mantenute all’oscuro della madre, insieme alla figlia più grande, maggiorenne. E, forse, è nelle botte prese dal marito la chiave del dramma di una madre che si è buttata nell’alcol, quasi un anno dopo l’arresto del padre.

Ubriaca, una volta ha slogato il polso della figlia dodicenne, un’altra ha chiuso nella porta del bagno il piede della più piccola e ha lanciato dalla finestra il gatto delle sue bambine. Il micio ne è uscito ammaccato, ma vivo. Spesso, le ha lasciate di notte a casa sole. La famiglia è seguita dai servizi sociali. Al tribunale per i minori di Brescia è in corso il processo sulla decadenza della potestà genitoriale della mamma. Alle sue bambine ci sta pensando una famiglia affidataria. E ci ha pensato anche la sorella più grande: ha fatto da mamma. Lei ha raccontato ai giudici i fatti. Senza astio. E’ in buoni rapporti con la madre che si sta curando e - difesa dall’avvocato Mimma Aiello - si presenterà davanti al giudice il 5 ottobre prossimo.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400