Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

VOLLEY A FEMMINILE

Parma «corteggia» la Vbc. Cremona latita, è l’addio?

La società spera di poter giocare ancora al PalaRadi, ma dalla città non arrivano sponsor in aiuto

Email:

redazione@laprovinciacr.it

07 Maggio 2021 - 09:09

Parma «corteggia» la Vbc. Cremona latita, è l’addio?

Imma Sirressi è in procinto di firmare per Perugia

CASALMAGGIORE - La sabbia nella clessidra della Vbc Casalmaggiore è sempre meno, i tempi stringono e il mercato ha già decretato diverse sentenze, ultima delle quali l’addio ufficiale di Imma Sirressi alla maglia rosa. Il libero di Santeramo ha salutato ieri tramite i social, confermando i rumors che ormai da qualche settimana la vogliono vicina alla Bartoccini Fortinfissi Perugia. Un saluto accorato e sentito dopo sei anni in maglia Casalmaggiore e dopo il grande ritorno che aveva scaldato i cuori dei tifosi della Vbc.
Il roster della Èpiù 2020/2021, di fatto, è smantellato e più passano i giorni meno sono le possibilità che il PalaRadi sia ancora teatro della serie A1 di volley al femminile. Le trattative con investitori cremonesi sono poche o nulle, la grande speranza riposta nell’interessamento di un grande nome del mondo industriale cremonese si sta affievolendo ora dopo ora e pare che settimana prossima sia fissato l’aut aut oltre il quale ci sarà l’addio alla città del Torrazzo. Insomma, le prospettive sembrano poco confortanti, ma c’è una Vbc aldilà di Cremona e se le risposte arrivate dal capoluogo sono poche, al contrario pare che il ventaglio di opzioni alternative sia aumentato.

La prima, più concreta e immediata, è, come già detto, quella che vede Casalmaggiore di ritorno a Viadana, con la serie A, ancora da definire se A1 o A2, anche se insistenti sono le voci che vogliono Casalmaggiore già molto vicina all’iscrizione al massimo campionato.

Oggi, questa, può essere considerata l’opzione più percorribile, non fosse altro perché, al momento, unica certa in un panorama di ipotesi. Attenzione però a un’ipotesi dell’ultima ora, un rinnovato interesse di Parma per la massima categoria di volley femminile che pur non avendo mai fatto breccia nel capoluogo Ducale potrebbe ora riprovare a portare entusiasmo al PalaRaschi. Gli investitori sarebbero diversi e, secondo i rumors, avrebbero proposto alla Vbc un piano di rilancio più ambizioso e futuribile di quello attualmente radicato sul PalaFarina.
La società del presidente Massimo Boselli, per ora, è occupata a capire se potrà essere o meno a Cremona il proprio futuro, ma è ovvio che sfumata l’ipotesi PalaRadi, un pensiero a questa opzione C, verrà dedicato.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400