Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CULTURA A CREMONA

I violini di Vivaldi e le Figlie di Choro, riparte l' MdV

L'esposizione potrà essere visitata fino al primo agosto (da mercoledì a domenica nella fascia oraria 11 - 17)

Email:

bcaffi@laprovinciacr.it

04 Maggio 2021

I violini di Vivaldi e le Figlie di Choro, riparte il Museo del Violino

CREMONA - Con la mostra I violini di Vivaldi e le Figlie di Choro riprende da domani l'attività del Museo del Violino. Curata da Fausto Cacciatori, Deborah Pase e Francesco Maria Sardelli, l'esposizione consente di ammirare gli strumenti che il Prete Rosso comprò per le giovani orfane ospitate presso l'Ospedale della Pietà di Venezia, istituzione in cui Antonio Vivaldi insegnò dal 1703 al 1740. Le ragazze più talentuose erano infatti avviate allo studio della musica, fatto unico in un'epoca in cui l'educazione femminile era privilegio di poche.

In quel periodo l’Ospedale acquistò più di cinquanta strumenti, molti dei quali fanno parte della collezione, che vanta alcuni pezzi di altissimo pregio storico, come i due violoncelli di Matteo Goffriller e un violino di Pietro Guarneri. Tutti sono presentati dopo una intensa campagna di studio, conservazione e restauro a cura del Museo del Violino, del Corso di Laurea Magistrale in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali dell’Università di Pavia e di Cr.Forma
Non meno interessante la storia dell’Ospedale della Pietà, luogo di accoglienza femminile all’epoca modernissimo, unico in Europa, laboratorio di educazione ed emancipazione. In particolare le Figlie di Choro erano apprezzate coriste e musiciste. Molte di loro diventarono famose e acclamate interpreti, impressionando con la loro bravura cronisti e viaggiatori stranieri: Charles De Brosses e Johann Wolfgang von Goethe, tra gli altri, ne elogiarono il virtuosismo. La mostra racconta, seppur per cenni, le loro suggestive vicende.

I violini di Vivaldi e le Figlie di Choro è promossa dalla Fondazione Museo del Violino e dall’Istituto Provinciale per l’Infanzia Santa Maria della Pietà di Venezia, in collaborazione con il Distretto Culturale della Liuteria di Cremona e Michelangelo Foundation, con il contributo di Regione Lombardia e Fondazione Cariplo.

L'esposizione potrà essere visitata fino al primo agosto 2021 (da mercoledì a domenica nella fascia oraria 11 - 17).

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400