Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CORONAVIRUS: LE CONSEGUENZE

Covid, l’eredità è pesante. Crescono i casi di miosite»

Allarme dei medici Bonetti e Maggiorotti: molti casi di infiammazione della muscolatura paravertebrale

04 Maggio 2021

Covid, l’eredità è pesante. Crescono  i casi di miosite»

CREMONA - «Gli sforzi medici sono ancora ovviamente concentrati sullo studio del Covid, ma bisogna dire che la Sindrome Post Covid non è così banale, anzi sta colpendo davvero tantissime persone. Anche di questa sappiamo ancora poco, ma stiamo riscontrando un numero di casi davvero considerevole, per non dire preoccupante».
A parlare è il medico cremonese Matteo Bonetti, neuro-radiologo che, per primo in Italia con il dottor Maurizio Maggiorotti, ha scoperto che tra le conseguenze e gli strascichi del Covid, anche in persone che lo hanno fatto in forma leggera o asintomatica, ci sono casi di miositi paraspinali in forme piuttosto gravi. Un’eredità pesante, che merita di essere approfondita.
«La miosite - spiega Bonetti - è una infiammazione della muscolatura paravertebrale. Io sono passato dal non avere mai avuto casi, neanche uno in carriera, a curarne cinque o sei contemporaneamente... E sono un medico solo. Chissà quanti colleghi ne

Ora che abbiamo capito che c’è una correlazione diretta tra il Covid e la miosite, quando sospettiamo che ci sia questa patologia indaghiamo subito con una risonanza magnetica con contrasto. L’unico modo per individuarla

hanno in cura. Ora che abbiamo capito che c’è una correlazione diretta tra il Covid e la miosite, quando sospettiamo che ci sia questa patologia indaghiamo subito con una risonanza magnetica con contrasto. L’unico modo per individuarla».
La miosite è una malattia che può diventare invalidante. «Diciamo - ammette il medico cremonese - che è difficile da curare, o meglio da risolvere. Da tre mesi sto trattando alcuni pazienti e anche se hanno fatto decisamente dei passi in avanti e stanno meglio, non ne sono ancora fuori. È invalidante nel senso che procura forti dolori alla schiena che perdurano nel tempo. Non è una patologia polmonare, come si presumeva all’inizio, ma fa davvero disastri».
«La Sindrome Post Covid non è affatto da trascurare - interviene Maggiorotti, chirurgo ortopedico attivo a Roma - perché abbiamo visto da diversi studi che su pazienti ex Covid dimessi da oltre due mesi persistevano affaticamento, difficoltà respiratorie, forti dolori articolari e in generale, la qualità della vita era peggiorata. Inoltre, una ricerca statunitense fatta su 640 pazienti non ricoverati o che comunque non avevano avuto bisogno di cure intensive ha rivelato che nel 70% dei casi i soggetti hanno lamentato per oltre due mesi cefalee, brividi, facile stancabilità e una netta difficoltà complessiva al ritorno della condizione fisica pre malattia. L’aspetto più grave della Sindrome Post Covid è che è caratterizzata da una rilevante base pro infiammatoria con elevato stress ossidativo».

«Gli strascichi che può lasciare il Covid sono il vero problema - dice ancora Bonetti -. Anche quei soggetti che hanno

Quando saremo fuori in modo definitivo o quasi da questa pandemia, dovremo curare molto anche le conseguenze a cui il Covid purtroppo porta

manifestato sintomi del Covid più lievi o addirittura assenti, al termine della malattia si vengono a trovare comunque con il sistema antiossidante gravemente indebolito a causa dell’impauperimento dei suoi elementi costitutivi. Prima individuiamo la miosite, prima evitiamo che si aggravino i suoi sintomi. Da neuroradiologo devo dire che da quando si è diffusa l’epidemia di Covid, ho visto aumentare tantissimo i casi di decadimento cerebrale, trombosi e e perdita di memoria. Quando saremo fuori in modo definitivo o quasi da questa pandemia, dovremo curare molto anche le conseguenze a cui il Covid purtroppo porta».
«Con l’ozonoterapia - conclude il dottor Bonetti - io sto riuscendo a sviluppare una buona azione antinfiammatoria e antiossidatoria, ma i tempi comunque per la guarigione sono lunghi. Abbiamo ancora molta strada da fare e materia da studiare per poter dire di conoscere davvero il Covid e quello che questa terribile malattia lascia in eredità sul fisico».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400