Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

PERSICO DOSIMO

Il vescovo Napolioni: "Il lavoro senza dignità, non è lavoro"

Mondo economico cremonese e istituzioni riuniti stamattina allo stabilimento della Plac

01 Maggio 2021 - 12:13

Il vescovo Napolioni: "Il lavoro senza dignità, non è lavoro"

PERSICO DOSIMO (1 maggio 2021) - Il mondo economico cremonese e quello delle istituzioni si è riunito stamattina attorno all'altare per celebrare la Festa del Lavoro. Quest'anno, il secondo macchiato dalla pandemia, la messa in onore di San Giuseppe è stata celebrata dal vescovo di Cremona monsignor Antonio Napolioni allo stabilimento della Plac Fattorie Cremona di Dosimo. Con il presule hanno concelebrato il rito i sacerdoti dell'unità pastorale don Livio Lodigiani, don Andrea Aldovini e don Massimo Macalli. Presente anche don Maurizio Lucini. A dare il benvenuto e a fare gli onori di casa è stato il presidente della cooperativa Cesare Baldrighi. La Libera era rappresentata dal vice presidente Amedeo Ardigò. In prima fila, tra gli esponenti del mondo imprenditoriale e del sindacato, anche tre sindaci: quello di Cremona Gianluca Galimberti, di Persico Dosimo Giuseppe Bignardi e di Gadesco Achille Marelli. Per la Provincia c'era il consigliere Rosolino Azzali. All'omelia il vescovo ha sottineato le tre caratteristiche principali di San Giuseppe, evidenziate nella lettera a lui dedicata quest'anno da Papa Francesco: quella di essere stato 'padre accogliente, padre dal coraggio creativo e padre lavoratore'. 'Il lavoro senza dignità - ha detto il vescovo - non è lavoro e non potremo tornare alla normalità se tutti non avremo lavoro, dignità e sostentamento. Affido questi pensieri affinché nell'armonia e non nella contrapposizione tra le categorie o tra i territori si riesca in questa impresa'.

GALLERY

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400