Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CONFARTIGIANATO

Nuovo strumento per l'imprenditoria giovane e femminile

“Nuove Imprese a Tasso Zero”, il presidente Massimo Rivoltini elogia il provvedimento del Mise

30 Aprile 2021 - 16:34

Massimo Rivoltini

CREMONA (30 aprile 2021) - Il Ministero dello Sviluppo Economico ha emanato la circolare che rende operativa l’applicazione delle disposizioni normative relative allo strumento agevolativo “Nuove Imprese a Tasso Zero”. Il provvedimento mira ad aumentare l’efficacia dell’intervento finalizzato a sostenere in tutto il territorio nazionale la creazione di micro e piccole imprese a prevalente o totale partecipazione giovanile o femminile e a sostenerne lo sviluppo attraverso migliori condizioni per l’accesso al credito e la concessione di un contributo a fondo perduto. Il Ministero sancisce che possono beneficiare delle suddette agevolazioni le imprese: costituite da non più di sessanta mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione; di micro e piccola dimensione, secondo la classificazione contenuta nell’allegato I al regolamento GBER; costituite in forma societaria; in cui la compagine societaria sia composta, per oltre la metà numerica dei soci e di quote di partecipazione, da soggetti di età compresa tra i diciotto ed i trentacinque anni ovvero da donne.

«Si tratta di un importante strumento per sostenere l'imprenditoria giovane e femminile – commenta Massimo Rivoltini, presidente di Confartigianato Cremona –, due ambiti che meritano attenzione e sviluppo. Dalla loro crescita dipende, infatti, il futuro del nostro Paese: per questo vanno incentivati e sostenuti, soprattutto nei primi tre anni di attività, periodo nel quale, statisticamente, è più elevato il rischio di default».

In particolare sono agevolate tutte quelle iniziative che si possono realizzare su tutto il territorio nazionale e che prevedono programmi di investimento nei seguenti settori: produzione di beni nei settori dell’industria, dell’artigianato e della trasformazione dei prodotti agricoli, ivi inclusi quelli afferenti all’innovazione sociale, intesa come produzione di beni che creano nuove relazioni sociali ovvero soddisfano nuovi bisogni sociali, anche attraverso soluzioni innovative; fornitura di servizi alle imprese e/o alle persone, ivi compresi quelli afferenti all’innovazione sociale; commercio di beni e servizi; turismo, ivi incluse le attività turistico-culturali finalizzate alla valorizzazione e alla fruizione del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico, nonché le attività volte al miglioramento dei servizi per la ricettività e l’accoglienza.

Le agevolazioni sono concesse sulla base di una procedura valutativa con procedimento a sportello che prenderà il via il giorno 19 maggio prossimo.

Le domande di agevolazione possono essere presentate al Soggetto gestore sul sito www.invitalia.it

Presso lo Sportello Bandi di Confartigianato Cremona è possibile ottenere le informazioni e l'assistenza relativa per accedere alle agevolazioni (info 0372 598811).


© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, VIDEO E FOTO

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400