Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Dà in escandescenze per il rumore della spazzatrice, bancario a processo

Sei anni fa i fatti e la querela. L'operatore ecologico: mi ha minacciato. Ma lui nega

Francesca Morandi

Email:

fmorandi@laprovinciacr.it

29 Aprile 2021 - 18:59

Dà in escandescenze per il rumore della spazzatrice, bancario a processo

CREMONA (29 aprile 2021) - Di professione bancario, il lavoro a Milano, ogni mattina la levataccia per prendere il treno. Ma il martedì, giorno del mercato rionale in piazza Fiume, a tirarlo giù da letto dopo le cinque del mattino, molto prima della sveglia, è la spazzatrice che aspira le foglie. Un gran rumore amplificato dal silenzio. L’esasperazione che monta di martedì in martedì, finché una mattina, l’insospettabile bancario esplode. Scende in strada, ha un coltellino svizzero, 6,5 centimetri di lama. «Questo ve lo infilzo nella gola a voi e ai vostri dirigenti! Capito?». Se ne va: prende a calci tutti i contenitori dell’umido, li butta in mezzo alla strada. Sei anni fa i fatti e la querela, oggi il processo. Il bancario è accusato di aver minacciato il dipendente della Linea Gestioni (ex Aem) che alle cinque e trenta del 10 novembre 2015, sulla spazzatrice si è visto puntare il coltello da «un uomo visibilmente alterato». Il bancario nega la minaccia. E’ anche accusato di essere uscito da casa con il coltello «senza giustificato motivo». Si difenderà l’11 giugno prossimo. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI FOTO E VIDEO

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400