Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

LA GIORNATA DELLA TERRA

La provincia 'scotta': in 60 anni +2,37 gradi

La temperatura è cresciuta di più nel Cremasco: record a Rivolta d’Adda con +3,1°C

Riccardo Maruti

Email:

rmaruti@laprovinciacr.it

22 Aprile 2021 - 21:58

La provincia 'scotta': in 60 anni +2,37 gradi

CREMONA (23 aprile 2021) - Uno studio dell’European data journalism network rivela che dal 1960 al 2018 la temperatura media italiana è aumentata di circa 2,2 gradi con incrementi maggiori nelle grandi città come Roma e Milano. Cremona e la sua cintura risultano perfettamente in linea con il dato medio, mentre il territorio cremasco risente della vicinanza meneghina e fa registrare un picco di +3,1 gradi a Rivolta d’Adda. Nell’ambito della Giornata mondiale della Terra, istituita il 22 aprile 1970 e considerata il più importante appuntamento ecologista su scala globale, analizzare il fenomeno risulta particolarmente significativo vista l’emergenza climatica. «A Cremona nell’ultimo mezzo secolo la temperatura media annuale è aumentata in maniera notevole – si legge partendo dalla mappa concettuale consultabile all’indirizzo web https://climatechange.europeandatajournalism.eu/ –: se negli anni Sessanta era di +12,0°, nel decennio 2009-18 è stata di +14,2°. E cioè un aumento di 2,2 gradi». Cremona, però, fa parte del 20% dei Comuni lombardi in cui la temperatura è aumentata di meno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, VIDEO E FOTO

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400