Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

LA SCUOLA/2

Viaggio virtuale in Europa con eTwinning

Lavori multimediali, scambi di opinioni e videoconferenze in lingua inglese per quattro classi dell'Anguissola

Riccardo Maruti

Email:

rmaruti@laprovinciacr.it

18 Aprile 2021 - 19:34

Viaggio virtuale in Europa con eTwinning

CREMONA (18 aprile 2021) - Alcune classi del Liceo Anguissola continuano a allargare i propri confini relazionali con i progetti eTwinning. La didattica a distanza è uno strumento anche per raggiungere studenti europei, in modo che i ragazzi si sentano parte di una grande rete di persone che condividono questo momento difficile. La 1CCOM, la 3BBIO, la 3CCOM e la 4CCOM, sotto la guida della loro insegnante di inglese, Rossana Maglia, viaggiano virtualmente in Europa, confrontandosi con partner che stanno vivendo la loro stessa esperienza di scuola a distanza. 

Maglia dichiara: "eTwinning è sempre stato per il nostro Liceo un modo per sentirci europei, ora più che mai rappresenta la possibilità di restare in contatto con studenti di altre parti d'Europa, così come avviene anche con chi vive vicino a noi. In questo momento anche uno schermo può rappresentare un modo per conoscerci, scambiarci opinioni ed imparare insieme".

Il progetto della 1CCOM, SOCIALIZING WITH COVID, con 10 classi turche e 1 rumena, prevede attività che si svolgono sia all'interno delle ore scolastiche che extrascolastiche nel pomeriggio, lavori multimediali, scambi di opinioni e videoconferenze con Zoom. "Il tema principale - spiega Maglia - è quello di aiutare gli studenti a superare questo periodo di sedentarietà lavorando insieme, imparando a comportarci adeguatamente con una dieta appropriata ed esercizi fisici. 

I progetti delle classi 3BBIO, 3CCOM, 4CCOM hanno tutti come partner la scuola superiore Anna Whitlocks Gymnasium di Stoccolma, grazie alla collaborazione di lunga data con la docente Teresa Romano, italo svedese.

Il progetto della 3BBIO, RIPPLES IN THE WATER, prevede una ricerca sulle varietà della lingua inglese, che gli studenti, divisi in gruppi misti, hanno portato avanti, incontrandosi in ore scolastiche, sotto la guida delle insegnanti e al di fuori, organizzando momenti di incontro con la piattaforma Teams.

Il progetto della 3CCOM, BEHIND THE SCREEN/DIETRO LO SCHERMO, si basa sulla peer-education, in quanto Romano insegna anche italiano ad un gruppo di studenti inserito in questo progetto. Con la mediazione della lingua inglese, gli studenti aiutano gli svedesi a praticare la lingua italiana attraverso momenti di incontro in video conferenza e la realizzazione di vlog.

Il progetto della 4CCOM, S.M.A.R.T (Safe Multimedia Avoid Risky Technology), ha come tema centrale il rapporto degli studenti con la tecnologia, i social network e i rischi che essi comportano. E’ un progetto che viene svolto anche in collaborazione con il C.N.R. di Pisa e la scuola primaria Trento Trieste, rinsaldando la collaborazione con le Maestre Simonetta Anelli e Monica Boccoli.

Gli studenti italiani e svedesi, divisi in gruppi misti, lavorano su queste tematiche, creando poster multimediali, che serviranno a informare gli altri studenti e verranno spiegati, con parole semplici, ai bambini della scuola primaria. Il progetto è infatti anche parte del PCTO (ex Alternanza scuola lavoro).

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, VIDEO E FOTO

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400