Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

«Cinque milioni di euro per il sostegno di imprese e famiglie»

I Gruppi consiliari di FI e Viva Cremona hanno presentato un ordine del giorno da sottoporre al consiglio comunale

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

13 Aprile 2021 - 16:25

«Cinque milioni di euro per il sostegno di imprese e famiglie»

Il municipio di Cremona

CREMONA (13 aprile 2021) - Sostegno alle imprese e alle famiglie in difficoltà: i Gruppi consiliari di FI e Viva Cremona hanno presentato un ordine del giorno da sottoporre al consiglio comunale. «Esenzione del “canone unico” per tutto il 2021, esenzione della TARI per i mesi di chiusura e la riduzione del 50% per i mesi di attività, nuovo bando contributi affitti per locazioni commerciali, un bando di aiuti per microimprese e partite IVA operanti nel settore cultura, sport e cultura, centri estetici e parrucchieri, richiesta di rateizzazione alle aziende partecipate dal Comune di Cremona delle fatture dei consumi di energia elettrica, gas e acqua.

Sono queste alcune delle misure rivolte al sostegno delle imprese, delle partite IVA e delle famiglie più colpite dalla crisi economica generata dalla pandemia che chiediamo di finanziare con l'avanzo di amministrazione vincolato pari a 1.900.000,00 di euro (residuo dei trasferimenti statali emergenza Covid 2020) utilizzabile subito dopo l'approvazione del bilancio consuntivo 2020 prevista per fine aprile e con l'avanzo di amministrazione libero pari a 3.900.000,00 di euro utilizzabile a seguito della verifica degli equilibri di bilancio prevista per il mese di luglio.

Gli importi dei citati avanzi di amministrazione sono evidenziati dal Bilancio consuntivo 2020 approvato dalla Giunta Comunale con deliberazione n. 77 del 2 aprile 2021. La situazione di grave difficoltà economica in cui versano molte delle nostre imprese commerciali e tanti professionisti operanti nei settori turistico, culturale e sportivo impone una risposta rapida e concreta.

I dati allarmanti sulla crescita della povertà nella nostra comunità cittadina, il drastico calo del tasso di occupazione nella Provincia di Cremona per la fascia di popolazione tra i 15 e i 64 anni (il peggiore sul territorio regionale) le difficoltà finanziarie che minano la stabilità delle  nostre imprese e delle partite IVA costrette per mesi all’inattività, chiedono a alle istituzioni di ogni ordine e grado di fare uno sforzo straordinario per dare un futuro a chi ha deciso di investire le proprie risorse e i propri talenti nella nostra città.

Abbiamo proposto anche diverse azioni rivolte alle persone e alle famiglie ben consapevoli che la domanda è di gran lunga superiore alla capacità di risposta. Questo non ci deve far perdere l’obbiettivo di rendere ancora più concreto il sostegno dell’ente che, per sua natura, è più vicino ai bisogni dei cittadini.

E’ il tempo del coraggio e della solidarietà concreta. Non abbiamo condiviso la scelta della maggioranza di approvare un bilancio di previsione “prudenziale”, cioè del tutto disallineato rispetto a quanto avviene fuori dal “palazzo” nei bilanci delle nostre famiglie e in quelli delle nostre imprese. Una “prudenza” che, nonostante i consistenti trasferimenti straordinari provenienti dallo Stato e dalla Regione Lombardia, ha portato l'amministrazione comunale a “risparmiare” nel 2020 circa due milioni di euro di avanzo vincolato e quasi quattro milioni di avanzo libero.

Ebbene, chiediamo che quelle risorse vengano al più presto destinate a chi sta lottando per mantenere in vita la propria attività e per poter continuare a generare lavoro e benessere per tanti nostri concittadini.

Per queste ragioni oggi abbiamo presentato un ordine del giorno che intendiamo sottoporre al Consiglio Comunale, confidando che possa trovare il sostegno di tutte le forze politiche e si possa tradurre al più presto in aiuti effettivi». 

Il comunicato porta le firme di Carlo Malvezzi, Maria Vittoria Ceraso, Federico Fasani, Saverio Simi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI FOTO E VIDEO

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400